Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni

Cliccami

Se qualcuno vi chiedesse “tu quanti link hai?”, cosa rispondereste? Può sembrare una domanda un pò stravagante, è vero. Ma in realtà non lo è: ognuno di noi oggi ha almeno un’email, un blog, un profilo su Facebook e uno su MySpace, un contatto Messenger e/o Skype, oltre magari anche un classico sito internet. E gli utenti più avanzati non potrebbero fare a meno di citare anche le loro pagine su Linkedin, Flickr, Twitter… l’elenco potrebbe continuare a lungo. Fatto sta che oggi siamo tutti sempre più diffusi in rete, anche a computer spento.

Dopo aver riempito internet di persone, fatti e cose del mondo che ci circonda (costruendo quello che molti chiamano “web 2.0″), il passo successivo è ovviamente quello di inserire internet nella vita reale. Un’idea a cui si sta lavorando parecchio.

Ma come si fa a cliccare la realtà? Un modo, ad esempio, è quello di utilizzare i codici a barre. Ovvero, convertendo una tecnologia “vecchia” al servizio del web 2.0. E i codici di cui parliamo non si trovano nei barattoli sugli scaffali dei supermercato, ma direttamente sulle persone. Non preoccupatevi però: non stiamo disegnando scenari futuri più o meno apocalittici, in cui tutti avremo un codice a barre tatuato nella nuca… Parliamo di ShotCode, un codice circolare “da indossare” che permette a chiunque di collegarsi al nostro sito/blog/facebook o quantaltro semplicemente scattandoci una foto. E tutto attraverso il cellulare.

ShotCode, infatti, non è solo un codice, ma  anche un reader (scaricabile da qui) grazie al quale il vostro telefonino sarà in grado di leggere il codice ShotCode a cui avrete scattato una foto, e collegarvi direttamente al link di riferimento. Ad esempio, il profilo su Facebook della persona che avete appena fotografato. O il MySpace della band che suona nel locale dove state sorseggiando una birra. Le possibilità sono infinite. Il tutto, senza bisogno di accendere il pc o digitare un indirizzo sul browser: semplicemente, tirando fuori il telefonino e scattando una foto, ovunque.  Non a caso, si parla di mobile tagging. Dove i “tag”, stavolta, saremmo noi.

Bene, adesso che sappiamo che cos’è e cosa ci permette di fare ShotCode, è arrivato il momento di dare un parere. Anche perchè questo sembra uno di quei classici argomenti che, come direbbero i giornalisti, “spaccano in due l’opinione pubblica”. Da un lato ci sono gli entusiasti di internet e del futuro in rete, i quali non possono che applaudire all’idea. Molti di loro magari stanno già pensando di comprarsi una maglietta ShotCode: collegare il mondo reale al web, e viceversa, è un sogno che si avvera!

Dall’altro lato, però, non tutti vedranno così di buon occhio ShotCode (e il mobile tagging in genere): anche fra gli amanti di internet, infatti, sono in tanti quelli che “arricciano il naso” quando il web comincia a penetrare un po’ troppo nella vita reale, e avvertono un’invasione di campo che forse sarebbe meglio evitare. Come dire: internet sì, ma quando stacco, stacco.

A voi la parola, dunque: da che parte state? Indossereste mai un codice a barre mobile? E soprattutto, a che indirizzo web vi fareste linkare?

Commenti (2)
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 24/11/08 alle ore 11:21 e classificato in Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • MrDiabolico
    di MrDiabolico | 25/11/2008 12:40

    Ovviamente? Direi che “ovviamente” stona … [Ora continuo a leggere ...]

  • MrDiabolico
    di MrDiabolico | 25/11/2008 12:43

    Mah! L’unico pensiero che questo blog mi ha portato ad avere è una bella pubblicità che gira in questi gironi in tv, quella della ragazzina che mette una sua fotografia in bacheca a scuola e …

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 19 novembre 2017 09:21

  • Archivi