Mondo Vodafone » Prodotti & Servizi

SuperMiniStorie

Telefonini e letteratura. Può sembrare un binomio un pò azzardato, è vero. Eppure, non è così difficile pensare ai nostri telefonini (anche) come strumenti per la creazione di contenuti letterari innovativi. Basta riscoprire una delle funzioni più “primitive” del cellulare: la scrittura degli SMS.

Lo sappiamo tutti: prima ancora dei blog, dei forum e delle chat, sono stati proprio gli SMS a cambiare il nostro modo di comunicare, stimolando capacità di sintesi e creatività, a volte anche con l’invenzione di espressioni nuove entrate poi nel linguaggio comune. Se non è cultura questa! E allora: è davvero possibile immaginare poesie, racconti e perchè no, persino romanzi interamente redatti con i telefonini?

Era proprio questa la scommessa di SuperMiniStorie, l’iniziativa promossa dalla Scuola Holden e Vodafone, che ha invitato gli aspiranti autori di tutta Italia a cimentarsi nella scrittura di un racconto brevissimo, della lunghezza massima di 800 battute (o caratteri, visto che parliamo di SMS), da far viaggiare proprio via messaggini. Ricordate? Ne avevamo già parlato quando SuperMiniStorie era stato appena lanciato, e avevamo promesso che saremmo tornati sull’argomento a fine concorso, per tirare le somme.

Bene, la buona notizia è che SuperMiniStorie ha vinto la sua scommessa: quasi 300 racconti sono arrivati via SMS, tutti pubblicati qui per essere sottoposti al giudizio dei lettori (ovvero l’unica giuria che conta davvero). Tante piccole opere in formato mignon, da diffondere, passare agli amici per condividere un’emozione come si fa da sempre con i romanzi, i film, le canzoni… in questo caso, bastava far girare un SMS!

C’è poco da fare insomma: anche la letterattura narrativa sta sperimentando i cambiamenti dell’era della comunicazione globale. E non solo con la diffusione di e-book e talking books, ma adesso anche con opere create proprio con e per le nuove tecnologie. Come l’esperimento (ormai piuttosto famoso) di Small Places, il romanzo collettivo scritto “in diretta” su Twitter. Chiunque può contribuire al suo sviluppo inviando un microcapitolo lungo al massimo 140 caratteri. Che forse possono sembrare pochi… ma per un colpo di scena bastano e avanzano! E in fondo, come abbiamo visto, per entrare nel mondo della letteratura a volte basta anche un SMS.

A proposito: è tempo di  tornare alle nostre SuperMiniStorie: infatti avevamo promesso di pubblicare il racconto vincitore… ed eccolo qui, rigorosamente senza titolo (che avrebbe sottratto spazio prezioso al contenuto), il super SMS di Marzia D’Amico che, con la sua descrizione di un risveglio davvero storto, si è aggiudicato il primo premio SMS Vodafone.

Buona lettura, e alla prossima!

Il momento peggiore è il risveglio.
Mi siedo robotica formando un angolo (quasi retto). Uno-due tiro su le braccia, uno-due i piedi a terra. Uno-due colpial pavimento. Prima il destro. Ieri era il sinistro. Domani lo sarà di nuovo. Sempre due colpi: pochi, pari.
In casa mia non ci sono porte, le maniglie mi destabilizzano. Passo tra gli stipiti e batto con ogni mano due colpi al legno. Accendo il fuoco, la macchinetta è giù su. Aspetto. Non mi allontano, altrimenti il caffè esce e macchia i fornelli. E io impazzisco.
Ammazzo il tempo duplicando gesti per la cucina. Sette minuti, poi lascio questi pensieri eguardo il caffè. E’ uscito. E schizzato. Sul fornello. E io impazzisco.
Pronto? Oggi non vengo a lavoro. No. Non posso. NON POSSO VENIRE! Mi chiudo in bagno. Click.
Domani ci riprovo.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 12/12/08 alle ore 19:00 e classificato in Mondo Vodafone » Prodotti & Servizi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 29 aprile 2017 19:32

  • Archivi