Mondo Vodafone » Fondazione Vodafone

Bag is now

Vi è mai capitato di realizzare un “riciclo creativo”? E non mi riferisco al solito regalo di Natale riciclato ad un amico o un parente… parlo proprio di recuperare all’ultimo momento un oggetto ormai destinato alla spazzatura, per riportarlo a nuova vita, sotto nuove forme.

Esempio piuttosto comune: una tazza che diventa un portapenne. Oppure, vecchie tendine che si trasformano in centrotavola o copricuscini (o entrambi). Ancora: buttare giù un armadio e usarlo come base per il vostro letto (lo so, questo è un caso meno comune, ma io l’ho fatto una volta e ci tengo a testimoniarlo!). Insomma, il concetto è che non ci sono limiti alla fantasia. Del resto, la fisica ci insegna che nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. E dunque, tutto si può riciclare.

Ma aldilà delle nostre attività di riciclo casalingo, la faccenda si fa ancora più interessante quando anche un’azienda come Vodafone decide di dedicarsi all’arte del riciclo creativo. Ovvero, creare qualcosa di nuovo da vecchi oggetti pescati dal cestino dei rifiuti. E qui la domanda sorge spontanea: che cosa c’è nel cestino di Vodafone? Sicuramente, qualcosa di grande. Ok, ma grande quanto? Beh, diciamo… 6 metri per 3.

Esatto, sto parlando dei cartelloni pubblicitari che vediamo in giro per le nostre città. Si dà il caso, infatti, che quei cartelloni siano realizzati con un materiale simile alla plastica ma ancora più versatile: il PVC (per gli amici “cloruro di polivinile”). E che facciamo, vogliamo buttarlo via, tutto questo bendidio? No, certo che no.

Finora, i cartelloni pubblicitari Vodafone da dismettere venivano correttamente smaltiti attraverso società specializzate. Ma si sa: riciclare, è meglio che smaltire. E come si riciclano i cartelloni 6×3? Per cominciare, si tirano giù dai loro trespoli. Dopodichè, si lavano per bene – con detersivi rigorosamente ecologici – per togliere via macchie, polvere, smog, e simili. Una volta asciutti e puliti, possono essere tagliati e ricuciti in modo da dare vita a nuovi oggetti, pronti all’uso.
Come questi!


Ebbene sì: queste deliziose borsette sono state, un tempo, delle  pubblicità Vodafone. E anche le loro cinghie hanno avuto una vita precedente: cinture di sicurezza, per la precisione.

E si tratta di borsette davvero esclusive: infatti, ognuna è diversa dall’altra nei colori, che dipendono ovviamente dal “taglio” del cartellone. Non ne esistono due uguali, insomma. Per realizzarle, Vodafone si è affidata a Oggetto Continuo e Billboard, due societa’ specializzate proprio nell’arte del  riciclo dei cartelloni pubblicitari per la produzione di oggetti di utilizzo comune.

Adesso vi starete sicuramente chiedendo: come faccio ad avere queste borse così esclusive? Per adesso le trovate solo a Milano, nello spazio MyFuture inaugurato oggi (!) in Corso Garibaldi. I prezzi variano da 25 a 35 euro, a seconda del modello scelto tra i 4 disponibili. E il ricavato andra’ a favore di MyFuture, l’iniziativa di Vodafone che, come sappiamo, vuole coprire con i pannelli fotovoltaici le scuole italiane per tutelare l’ambiente e risparmiare energia.

E se non passate a Milano?  Le borse possono essere vinte. L’idea infatti è quella di utilizzare le borse in PVC “targate” Vodafone come premi da mettere in palio per futuri concorsi e giochi a premi.. a proposito, avete suggerimenti? Chissà, magari qualcuna finirà anche in palio qui sul vodafone lab!

Commenti (3)
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 01/04/09 alle ore 18:15 e classificato in Mondo Vodafone » Fondazione Vodafone . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • pittix
    di pittix | 01/04/2009 18:52

    fantastico!!! riciclare cartelloni!!!!!!
    P.S.:questa cosa l’ avevo già sentita(ma non che Voda la facesse)!!!!

  • mariaaurora90
    di mariaaurora90 | 26/08/2009 15:32

    Appena acquistata dal sito… i primi ideatori di queste borse sono stati quelli del brand FREITAG che però le vendono a prezzi esorbitanti… considerando che sono fatte di “immondizia”… ho deciso quindi di comprarle dalla vodafone che almeno faccio pure un’opera buona xD

  • Pingback: Green is The New Black « Café des Ignorants

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 23 maggio 2017 01:22

  • Archivi