Mobile & Tech » Home Entertainment

Telejato, una piccola grande tv

A volte capita che siano poche persone, piccole realtà, a fare grandi cose. Spesso rimanendo nell’ombra, nell’anonimato, fino a quando non è più possibile non parlarne.

Il 30 marzo 2009 Pino Maniaci è stato rinviato a giudizio per esercizio abusivo della professione di giornalista. Da quel giorno, si è cominciato a parlare di Telejato.

Telejato è un’emittente televisiva fondata nel 1989, con sede a Partinico (Sicilia). Dal momento della sua nascita la sua principale attività è stata la realizzazione di campagne e inchieste giornalistiche contro cosa nostra. Negli anni l’attività dell’emittente si è caratterizzata per la sua opera di informazione sulle iniziative della criminalità organizzata in un bacino d’utenza caratterizzato storicamente dalla forte presenza mafiosa: Alcamo, Partinico, Castellammare del Golfo, San Giuseppe Jato, Corleone, Cinisi, Montelepre. Altri temi trattati sono quelli relativi alla gestione amministrativa, questione ambientale, economia, degrado del clima politico, speculazioni sul territorio.

Nel frattempo l’emittente e il suo direttore e proprietario, Pino Maniaci, hanno ricevuto molteplici minacce e subito diversi attentati mafiosi, tra cui il “pestaggio” subito dallo stesso direttore nel gennaio del 2008 ad opera del figlio di un boss mafioso. Il 17 luglio del 2008 invece è stata incendiata una delle auto dell’emittente parcheggiata sotto la sede della televisione

Nonostante l’importanza e lo spessore giornalistico della sua attività giornalistica, il direttore Pino Maniaci, non ha però mai richiesto l’iscrizione nell’albo dei giornalisti. Da qui la denuncia del 30 marzo.

Per fortuna, come vedremo alla fine del video, la questione sì è risolta. Per fortuna Pino Maniaci e la sua redazione continueranno a svolgere il loro prezioso lavoro, di cui tutti non possiamo che essere orgogliosi e grati.

 

Commenti (2)
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 08/06/09 alle ore 12:12 e classificato in Mobile & Tech » Home Entertainment . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • mig.ibm
    di mig.ibm | 17/06/2009 12:33

    L’assurdo è che esista l’albo dei giornalisti.. siamo unici in Europa, ed abbiamo dimenticato che fu istituito da Benito Mussolini per tenere sotto controllo l’informazione.. funziona ancora, a quanto pare.

  • unuomoinblues
    di unuomoinblues | 19/06/2009 11:17

    E’ si, credo che svolga la sua funzione anche perfettamente. Ma tappare la bocca ai giornalisti veri proprio non si può. Non vedo a cosa serva questo Albo se non a tenere sotto il freno chi vuole denunciare e dire la sua liberamente.

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 28 giugno 2017 05:50

  • Archivi