Mobile & Tech » Hi-Tech

Punk a Vapore

C’erano già dei punk nel 1800? E cosa ci fanno computer a vapore, scienziati pazzi, e mutanti nella stessa Londra di Jack lo Squartatore e Sherlock Holmes? La risposta è in una parola: steampunk!

Lo steampunk è un genere di fantascienza molto particolare, che dopo un periodo di quiete sta tornando di moda. L’idea di base consiste nel prendere alcuni elementi tipici della fantascienza (macchine meravigliose, computer, esperimenti scientifici avanzatissimi) e calarle nel mondo del XIX secolo. Un mondo in cui la tecnologia era ancora alimentata in gran parte dal vapore – in Inglese ‘steam’, da cui la prima parte del nome.

E poi c’è lo spirito ‘punk’. Questo tipo di fantascienza è spesso veloce, piena di azione e al tempo stesso di riflessione sul mondo. Storie scritte premendo sull’acceleratore, ma senza dimenticarsi di guardare il paesaggio circostante.

Due dei più famosi scrittori di fantascienza di tutti i tempi, William Gibson e Bruce Sterling, hanno scritto insieme uno dei caposaldi del genere, La Macchina della Realtà. Tra i protagonisti c’è Charles Babbage, uno scienziato dell’Ottocento di cui abbiamo già parlato nel lab – inventore di un proto-computer.

Lo Steampunk è stato molto popolare a cavallo tra gli anni Ottanta e i Novanta, poi è un po’ passato di moda. Adesso negli Stati Uniti e in Inghilterra, dove il genere è più forte, se ne ricomincia a parlare. Ma nel frattempo è diventato, più che un genere letterario, un vero e proprio stile di vita.

Per esempio: su LiveJournal c’è una intera comunità dedicata alla moda steampunk. Una moda che mescola elementi del passato (corsetti, crinoline, cilindri) a elementi che derivano dal fantasy o da suggestioni futuriste.

Sempre su Internet è possibile trovare immagini di gadget steampunk. Per esempio: una chiavetta USB costruita con un’estetica che ricorda quella del 1800. Alcuni di questi gadget sono davvero in vendita (una buona idea per Natale, no?), altri sono costruiti da appassionati per se stessi e i propri amici.

Sul versante più serio, al Museo della Storia della Scienza di Oxford è in corso una mostra sullo Steampunk: una strana esposizione della ‘storia’ di un tipo di tecnologia che, in realtà, non è mai esistito.

Senza contare gli eventi sociali. Vari club fanno feste a tema steampunk, in cui il dresscode è, appunto, quello di un Ottocento da fantascienza. E a Seattle si è tenuta, a ottobre di quest’anno, la Steamcon, una convention per appassionati e professionisti del ‘settore’.

Proprio a Seattle, poi, è ambientato Boneshaker di Chèrie Priest, un libro che ha colpito gli appassionati di fantascienza americani, mietendo recensioni entusiastiche.

E in Italia? Possiamo anticiparvi una cosa: un importante editore sta lavorando a un’antologia, ed è probabile che nei prossimi mesi di Steampunk si sentirà parlare. Allora, pronti con il dirigibile?

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato domenica 29/11/09 alle ore 12:13 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 22 novembre 2017 15:52

  • Archivi