Mobile & Tech » Home Entertainment

Tv? No, grazie…vado in Internet

Doveva succedere. Era inevitabile. La nuova generazione si è rivelata assolutamente 2.0. L’annuale indagine “Abitudini e stili di vita degli adolescenti” svolta dalla Società italiana di pediatria, nella sua edizione del 2010, ha svelato proprio questo. La ricerca, condotta su un campione nazionale di 1300 studenti di età compresa tra i 12 e i 14 anni ha evidenziato e certificato quello che tutti potevano vedere. E cioè che i ragazzi di oggi sono super connessi.

In che senso? Be’, nel senso letterale della parola. La connessione web è diventata la linfa vitale dei giovanissimi. Tanto che si è verificato uno storico sorpasso: internet ha superato la tv! Ebbene sì, la percentuale di intervistati che trascorrono in media più di tre ore al giorno davanti al pc ha, infatti, superato quella di coloro che le trascorrono davanti al piccolo schermo. In barba a digitale terrestre e moltiplicarsi di canali e contenuiti televisivi. Sicuramente tra i principali responsabili di questo sbalorditivo superamento ci sono i social network, Facebook su tutti: pensate che i possessori di un profilo sono passati dal 50% dello scorso anno al 67%. Lo sviluppo dei social network ha duramente colpito messanger e bloggeraggio. La percentuale di utilizzo di questi strumenti ha perso terreno in modo evidente, mentre guardare video su Youtube e caricarne di propri è entrato tra le attività più comuni dei ragazzi.

Cosa risulta ancora? Intanto che, al di là di comuni convinzioni, le donne sono – anche se di poco – più web friendly dei coetanei uomini. Inoltre che la navigazione è sempre più un mezzo di cui si fruisce in privato: i pc sono spesso in camera da letto e anziché in luoghi comuni della casa come salotti o studi. Infine che, ovvia conseguenza dell’esponenziale aumento dell’utilizzo, sono cresciuti anche i rischi. I giovanissimi, infatti, sempre più online e sempre più autonomi nel navigare e utilizzare i social, hanno una maggior familiarità con concetti come socializzazione in rete, scambio di foto e conversazioni in chat anche con chi non si conosce. Un aspetto che allarma e sul quale forse, proprio tra i giovanissimi – magari anche nelle scuole, perché no? – si dovrebbe fare informazione in maniera più attenta.

Insomma, se qualche anno fa le mamme uralvano ai figli di staccarsi dalla tv e fare i compiti, oggi dovranno costringerli ad allontanarsi dai loro monitor…e magari si sentiranno anche rispondere che stanno lì proprio perché stanno facendo i compiti! Risposta perfetta senza possibilità di replica…

Commenti (3)
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 08/12/10 alle ore 09:00 e classificato in Mobile & Tech » Home Entertainment . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • Dragomouse
    di Dragomouse | 09/12/2010 12:36

    Concordo in pieno sulla necessità di educare i ragazzi ad un corretto uso di Internet (soprattutto per quanto riguarda i contatti con sconosciuti) ma se sapete che snobbano sempre di più la TV in favore del web mi spiegate perchè continuate a spendere montagne di soldi in pubblicità televisiva togliendo risorse alla qualità del servizio?

  • Dragomouse
    di Dragomouse | 09/12/2010 15:02

    Concordo in pieno sulla necessità di educare i ragazzi ad un corretto uso di Internet (soprattutto per quanto riguarda i contatti con sconosciuti) ma se sapete che snobbano sempre di più la TV in favore del web mi spiegate perchè continuate a spendere montagne di soldi in pubblicità televisiva togliendo risorse alla qualità del servizio (che ha pure tariffe assurde)?

    C’è un modo per mandare un messaggio al signor Paolo Bertoluzzo?

  • Pingback: Pocket Camcorders Compared

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 20 agosto 2017 17:29

  • Archivi