Web & Social » Social Media

Wired individua le 5 tribù di Facebook

Riprendiamo un interessante articolo uscito su Wired.it perché ci è sembrata un’iniziativa divertente. L’idea proposta da Andrea Girolami è stata quella di suddividere il popolo italiano iscritto a Facebook in tribù, cinque per l’esattezza. Una volta letto questo post, cercate di posizionarvi in una tribù, senza barare (almeno quando siete da soli…).

La prima categoria di utenti, definita, Il Saviano di Facebook, comprende quelle persone che utilizzano il social network per denunciare, proporre articoli di protesta e petizioni da firmare. Coloro che tramite la rete cercano di diffondere un certo punto di vista.

La seconda tribù è quella dei Povero me. E’ la famiglia delle persone che si lamentano, che stanno sempre peggio di come state voi. Questo tipo di utenti usa Facebook non tanto per sfogarsi quanto per trovare qualcuno che dia retta alle loro disavventure, che cerchi di consolarli.

Il promoter è il terzo idealtipo “facebookiano”. Usare il web per business ormai è diventata una pratica comune (si studia per imparare a farlo). Su face book, c’è chi lo fa per lavoro e chi si improvvisa. Fatto sta che ci si trova con la casella di posta intasata da messaggi di invito a concerti, mostre ed eventi, senza essere minimamente interessati.

Criptici della rete, la tribù dei mistici fa per voi. Scrivete frasi che solo voi capite e che non vedete l’ora di spiegare a qualcuno che vi chiede il significato. “Si tratta di una tribù strutturata su più livelli, una specie di inoffensiva Scientology dove cercando di buttare l’amo per qualcuno che crediamo sia in attesa nell’ombra si finisce invece per parlare da soli” – afferma Girolami.

Infine l’ultima tribù, quella degli implacabili, che comprende quegli utenti italiani che ormai hanno invertito il binomio Facebook-mondo reale. Tutto ciò che fanno finisce in rete, per strada cliccano “Mi piace” immaginari su un paio di scarpe di loro gusto. Quando incontrano una bella ragazza la prima domanda che le porgono è: “Qual è il tuo status?” condividendo le foto del suo profilo con gli amici. L’implacabile non conosce l’offline, ha fuso le sue due vite insieme agli usi e costumi di entrambe. Anche quando dorme, arriverebbe a pagare qualcuno per aggiornare in tempo reale la sua bacheca scrivendo frasi del tipo: “ore 3.00 continua a dormire”, “ore 4, si è messo a pancia in giù” e così via…

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 27/01/11 alle ore 17:01 e classificato in Web & Social » Social Media . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 16 dicembre 2017 14:08

  • Archivi