Web & Social » Social Media

Social network gratuiti: la socializzazione corre sul filo del web

Social Network. Fino a qualche anno fa questa espressione inglese non significava nulla per noi. Oggi è talmente comune che invade molti e significativi ambiti della nostra vita. E benché la maggior parte di noi conosca e utilizzi solo i più noti, sono nate negli ultimi anni una serie infinita di community e gruppi, più o meno specializzati, più o meno di successo, più o meno utili.

Ecco un breve elenco dei social network che più mi hanno colpito esplorando la rete. Certo, non si può fare a meno di nominare almeno il più utilizzato e conosciuto nel mondo, frutto del genio di Mark Zuckerberg, Facebook.  E nominato questo, non si può prescindere dal citare Twitter e Flickr. Se il primo è utilizzato come strumento prettamente di socializzazione e condivisione dei propri pensieri e attività con gli amici, il secondo è ormai praticamente una fonte di informazione e l’ultimo è il network per eccellenza tra gli amanti di fotografia.

Ma ora usciamo dai più “tradizionali” social network e addentriamoci in quello che potrebbe risultare un elenco quasi sconosciuto ai più, di alcune – solo una minuscola parte – delle realtà social esistenti sulla rete.

Social Network gratuiti di geolocalizzazione

Cominciamo con una categoria che sta emergendo in fretta: i social network di geolocalizzazione. Foursquare e Gowalla, per citarne due. Entrambi sono servizi di social networking – basati sulla geolocalizzazione – per web e mobile application. Il concetto di base di entrambi è il check-in. Ovunque tu vada lo puoi comunicare ai tuoi amici segnalando la tua posizione geografica in maniera specifica: puoi fare check-in in parchi, negozi, ristoranti. E in base al numero e alla frequenza dei check-in puoi guadagnare punti, bonus, qualifiche e così via. Per chi non ha paura di essere spiato!

Social Network social e…sostenibile!

Ma “social” non significa solo fare amicizia e condividere le proprie attività, e Tom Szaky, ventottenne ungherese emigrato in Canada, lo sapeva bene, già anni fa. Nel 2007. infatti, ha inventato un social network dei rifiuti, Terra Cycle. Come funziona? Ci si iscrive al social, si accumulano rifiuti, si spediscono all’indirizzo del centro di raccolta e si prenota il prodotto riciclato che si vuole ricevere. Borse, giocattoli, arredo…ce n’è per tutti i gusti e tutto ha un suo “costo” calcolato in quantità di rifiuti: una sorta di baratto dove la valuta di scambio è l’immondizia e, l’eventuale differenza, si paga in dollari, una cui parte finisce in beneficenza. E il successo pare già appurato dato che, negli Stati Uniti, il social network “ecologico” ha raggiunto già 11 milioni di iscritti.

E per chi ama viaggiare…

Ci sono poi, ovviamente, tantissimi social network specializzati in una serie infinita di settori. Dallo sport, allo shopping passando per i viaggi. E proprio per questi ultimi c’è Wayn, un social network con oltre 15 milioni di iscritti nel mondo, che ha come obiettivo quello di mettere in contatto tra loro persone con sogni e mete in comune. Vuoi fare un viaggio in Australia? Scrivilo e il sistema ti mette in contatto con persone che ci sono state e che ti potranno dare le loro impressioni e consigliare alberghi, ristoranti, tappe imperdibili e tanto altro.

Il lavoro è su social network!

E per concludere la rapida panoramica, i social network non potevano non aver inglobato anche una parte tanto importante della vita come il lavoro.

Conosciuto e usato anche in Italia, LinkedIn è la rete che collega il mondo dei professionisti, permettendo di conoscersi o semplicemente mantenere i contatti nel proprio ambito professionale. Ma ancora più interessante sembra Parabook, una piattaforma spagnola nata come strumento per i disoccupati. Il social, ancora in versione beta, ha un’interfaccia molto simile a quella di Facebook, e vuole mettere in contatto le persone nelle stesse condizioni – cioè senza lavoro – per favorire conoscenze e dibattitto. Lo scopo è quello di implementare il servizio rendendolo uno strumento sempre più efficace anche per caricare curricula, trovare offerte e migliorare la propria situazione.

Ce n’è per tutti i gusti insomma…basta mettersi in rete e cercare il social network che più ci rappresenta!

Commenti (2)
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 11/02/11 alle ore 09:27 e classificato in Web & Social » Social Media . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • niedro
    di niedro | 11/02/2011 10:16

    Ciao!
    Solo un piccolo appunto: Flikr in realtà è Flickr. :D

  • niedro
    di niedro | 12/02/2011 11:27

    Prego! :P

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 28 aprile 2017 10:20

  • Archivi