Mondo Vodafone » inFamiglia

Genitori e figli: 5 passi per integrare la tecnologia nell’apprendimento

In questo post, daremo ai genitori, presenti e futuri, qualche consiglio utile su come utilizzare la tecnologia ai fini di un sano apprendimento dei propri figli, e su come utilizzare positivamente tecnologia e rete,

1. Apprendimento esperenziale
I bambini imparano in modo multimodale usando tutti i sensi disponibili per conoscere e apprendere. Così, utilizzando un computer dotato di fotocamera, registratore audio o altri device, potrete stimolare il bambino all’apprendimento.

2. Rendere l’apprendimento tangibile
Per un bambino, un apprendimento multi esperienziale, che possa essere “toccato con mano”, è molto più utile e facile da assimilare. Jeff Galinovsky su Mashable (il cui post ha ispirato questo articolo), spiega come sua figlia abbia potuto, tramite un Notebook, dimostrare come era possibile generare elettricità con una bibita e una Mentos (famoso il video su Youtube noto come  uno dei primi viral).

3. Dare ai bambini un senso di appartenenza
Secondo un recente studio sui fattori tecnologici che influiscono sui risultati degli studenti, più il legame è forte tra lo studente e il suo computer e più i suoi punteggi migliorano. Se lo studente reputa lo strumento utile e credibile, nonché suo, riuscirà ad applicarsi in maniera miglior più convinta..

4. Facilitare l’Apprendimento
Ogni ragazzo impara in modo diverso con un ritmo diverso. La tecnologia, consente ai genitori e agli insegnanti di fornire la giusta quantità di nozioni da apprendere per ogni studente secondo tempistiche personalizzate. Si riuscirà così a mantenere nello studente interesse, ponendo degli obiettivi graduali da raggiungere.

5. Creare un ambiente sicuro per esplorare
Un aspetto fondamentale è di rappresentato dal sapere che i propri figli, stanno giocando (e imparando) in un ambiente sicuro. È importante quindi, porre subito delle regole, metterli in guardia su cosa si può fare e cosa no in rete, rispettando un equilibrio tra regole e libertà, il ragazzo non deve sentirsi stressato ma autonomo. Esistono strumenti capaci di rendere un computer sicuro per un ragazzo, ma a volte non basta.
Per concludere. Educare e stimolare un ragazzo all’apprendimento è un’arte difficile ma necessaria. La tecnologia, usata in maniera intelligente può contribuire positivamente al processo. Basta informarsi, dotarsi di pazienza e acquisire le conoscenze necessarie.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato domenica 13/03/11 alle ore 10:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 30 aprile 2017 16:39

  • Archivi