Mondo Vodafone » inFamiglia

Di più e invece

Sono state scritte parole infinite sul rapporto tra persone e tecnologia ma ho la presunzione di poter aggiungere un ulteriore piccolo pensiero: incredibile che un settore dove tutto è così netto, uno o zero, clic a destra o clic a sinistra, dove è sufficiente una lettera sbagliata in un indirizzo di duecento caratteri per mancare il bersaglio, dia adito a domande le cui risposte sono sfumate, evasive, sfuggenti.

Quanto tempo è giusto praticare un videogioco? Come si risponde a una richiesta di amicizia su Facebook da parte di uno sconosciuto? A che età un bambino può essere autonomo davanti al computer?

Sui mezzi di informazione comuni queste domande suscitano una ridda di “dipende” e l’immancabile monito che si tratta di grandi opportunità, ma bisogna sempre tenere presenti i pericoli. Frase di grande saggezza apparente, che insegna assai poco. Qualunque genitore utilizza con disinvoltura una cucina a gas: tecnologia i cui pericoli mettono a rischio il condominio intero e che chiunque utilizza conscio dei pericoli e delle opportunità. Chi rinuncerebbe mai alla cucina a gas per il rischio di saltare per aria? Nessuno. Appunto. A contare sono le opportunità, in base alla quale si tengono in conto i pericoli. Non viceversa, o si rischia di perdere grandi opportunità per timore di pericoli piccini, controllabili, residuali.

Quando mi pongono la domanda fatidica sui videogiochi o su Internet o su Facebook evito di rispondere “dipende”. Domando a mia volta se sia un “di più” oppure un “invece”. Se il comportamento oppure il prodotto o il sito di cui si parla porta vantaggi rispetto a farne senza, è un di più e allora è tendenzialmente buono. Se è un invece e sostituisce qualcosa d’altro senza alcun guadagno, allora bisogna fare attenzione. Hai amici su Facebook oltre a quelli della vita, oppure hai solo amici su Facebook? Se Facebook aumenta i rapporti con gli amici è un di più, buono; se li sostituisce è un invece, cattivo. Vai molto bene a scuola e usi i videogiochi? È un di più. Usi i videogiochi invece di andare bene a scuola? È un invece. Si capisce che un’ora di videogiochi sia profondamente diversa in un caso e nell’altro.

Di più, invece: un criterio piuttosto semplice che può guidare le nostre scelte e i nostri giudizi in modo molto pratico.

Come primo intervento in un blog, altri sarebbero stati più cerimoniosi. Preferisco augurarmi di offrire “di più” a quanti si sentiranno di porre domande o aprire chiacchierate. Sono a disposizione e attendo con piacere.

Qualunque mio parere non potrà sostituire una coraggiosa esperienza diretta, o qualche esperimento condotto senza timore di sbagliare. In altre parole, non sarò utile come “invece” quanto potrò esserlo come “di più”. Aggiungere, non sostituire.

Benvenuti e grazie a tutti per l’attenzione.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 23/03/11 alle ore 10:25 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 26 maggio 2017 09:22

  • Archivi