Web & Social » Social Media

Lo sfratto 2.0 di Friendster

Se da un lato ci sono social network che non smettono di crescere, dall’altro ce ne sono altri che travolti da una crisi di utenti – e quindi di introiti pubblicitari – rischiano di chiudere.

Oggi parliamo di Friendster, la prima piattaforma social apparsa sul web. Nato nel 2001 e diventato famoso nel 2003, Friendster è stato il primo a credere nella matrice sociale della rete, ma negli anni non ha saputo trasformarsi da semplice strumento di socializzazione in uno stile di vita come Facebook.

Lo staff di Friendster in questi giorni ha lanciato un ultimatum. Rispettando i suoi utenti più fedeli, il social network permetterà di poter scaricare tramite un “programmino”, le proprie “cose” (file, immagini), entro il 31 maggio. Dopodiché, la piattaforma cesserà di esistere, riformulandosi in un nuovo prodotto dedicato al mondo dei videogames, puntando così, su una nicchia solida e fedele di utenti.  Lo stesso staff a riguardo ha dichiarato: “Stiamo introducendo una versione di Friendster nuova e migliorata, che sarà incentrata su intrattenimento e divertimento con nuove funzioni e attività”.

Agli iscritti rimarranno solo cartoni di ricordi e un account.  Chissà come avranno preso questo sfratto 2.0 gli utenti più longevi. Immaginate se succedesse la stessa cosa con Facebook tra qualche anno (toccate ferro mi raccomando), non vi scenderebbe una piccola lacrimuccia?

Fatto sta che da giugno le stanze di Friendster saranno vuote, in un silenzio desolante sintomo di un mondo dove un giorno puoi finire sulle pagine del Time e il giorno dopo perdere tutto. C’è chi come Friendster decide di tirare i remi in barca e lanciarsi saggiamente in nuova avventura prima di cadere a picco ma c’è anche chi, dopo aver investito miliardi di dollari si ritrova in mano un progetto sulla via del tramonto. È il caso di Myspace, che prima di abbandonarsi alla chiusura ha tentato la strada del restyling con risultati poco esaltanti.

Su una cosa potete stare tranquilli: per quanto le idee possano essere geniali, innovative e fresche, l’ultimo verdetto toccherà sempre agli utenti, ed è questo il bello della rete.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato domenica 01/05/11 alle ore 09:00 e classificato in Web & Social » Social Media . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 23 agosto 2017 04:13

  • Archivi