Web & Social » Novità dal Web

Libboo: la piattaforma di scrittura partecipativa

Che il web abbia aperto nuove strade per il mondo della cultura nessuno ha più dubbi. MySpace ha introdotto la promozione musicale, Flickr ha permesso a fotografi in erba di presentarsi al mondo, Youtube e Vimeo sono diventati il palcoscenico per aspiranti registi.

Per quanto riguarda gli scrittori, il web non è riuscito a regalare ancora un palcoscenico dove poter dimostrare tutto il talento che sicuramente alle giovani generazioni non manca. Anche se anche se gli amanti della letteratura hanno trovato spazio siti come aNobii, non ci sono ancora sul web spazi adeguati dove mostrare di cosa si è capaci.

In questi giorni gli americani Christopher Kevin Howard del MIT e lo scrittore RIchiard Wiseman hanno presentato Libboo – una piattaforma creata per chiunque abbia voglia di mettersi in gioco nel campo della scrittura.

Lo scopo di questo strumento di scrittura partecipativa è quello di scrivere un libro a più mani, dove tutti abbiano la possibilità di dimostrare le proprie abilità.  Seguendo questa filosofia, sulla piattaforma è presente il romanzo Flight of the Burning Stallion sul quale tutti gli utenti possono inserire nuovi capitoli, aggiungere nuovi particolari alla storia e sperare che qualche editore se ne accorga. L’obiettivo di Liboo è proprio quello di colmare il gap tra l’editoria digitale e il social networking. Immaginate un libro (ma sicuramente ce ne saranno tanti altri) costantemente “work in progress”, con migliaia di ipotetici sviluppi dove chiunque può far parlare i personaggi come vuole. Sul sito viene anche pubblicata e aggiornata una classifica dei Top Writers – ovvero degli utenti più attivi e una lista dei Libooks più seguiti e amati.

Il progetto – nato in un primo momento come uno strumento didattico  – potrebbe rivelarsi come un buon punto di partenza per lo sviluppo 2.0 dell’arte della scrittura. Le basi sono buone, adesso tocca aspettare. Tutto dipenderà dalla passione degli utenti, dalle buone doti imprenditoriali dei creatori e dal fiuto delle case editrici. Chissà se nei prossimi anni sentiremo parlare di scrittori talentuosi scoperti e cresciuti nel mondo dei social network.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato sabato 28/05/11 alle ore 09:00 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 20 ottobre 2017 21:43

  • Archivi