Mondo Vodafone » inFamiglia

Insegnami la privacy, mamma!

Il tema della privacy è immenso. Della privacy online poi se ne discute a tutti i livelli: ne parlano sociologi, trasmissioni televisive, giornali e perfino la Comunità Europea, che sta cercando regole che proteggano i navigatori della rete e il loro diritto all’anonimato.

Le implicazioni economiche e commerciali della nostra profilazione in rete e del tracciamento delle nostre abitudini online sono così complesse e sfuggenti che spesso spaventano. Io credo anche che siano utili, se con quelle ci raggiunge qualcuno che ha da offrire qualcosa che ci interessa, ma non è questo il tema del mio post.

La prima vera preoccupazione di una mamma è “Chi vede mio figlio? “Chi lo può incontrare?” “Chi lo può influenzare?”.

Ma forse questa, qui a inFamiglia, è una preoccupazione un po’ sorpassata, perché tutti gli esperti hanno già parlato diffusamente di come insegnare ai nostri ragazzi quelle – poche, in fondo – regole per proteggersi da occhi estranei mentre si sta in rete a divertirsi.

La seconda preoccupazione di una mamma è un po’ più sofisticata. Dopo che mio figlio ha chiuso le porte agli estranei, alzando il livello dei filtri dei vari social network e giochi a cui partecipa, quanto è giusto che si racconti online?

Perché ci sono cose come la “reputation”, perché quello che scrivi in rete rimane e sempre più sta diventando un elemento importante di valutazione delle persone. Le università (forse più all’estero che in Italia al momento, ma arriverà anche qui da noi di sicuro) verificano chi sei in rete quando valutano una tua richiesta di iscrizione. Anche le aziende ti cercano online prima di assumerti. Per non parlare dei potenziali clienti. Perfino io l’ho fatto giusto l’altro ieri per valutare l’affidabilità di un’impresa edile a cui vorremmo affidare il rifacimento del tetto di casa nostra.

Non voglio nemmeno cominciare a pensare alle implicazioni della tecnologia degli smartphone di ultima generazione dove certe app che scarichi automaticamente trovano tutti i tuoi contatti su FB e Twitter, la tua rubrica telefonica e chi più ne ha più ne metta e il tuo status si propaga e magari neanche ti accorgi fino a dove.

E mi sa che proprio questo è il punto. Ci stiamo incamminando in un ambiente dove forse il concetto di privacy non potrà più essere pensato come lo abbiamo pensato finora. Non potrà più essere una questione di click messi al posto giusto nelle impostazioni dei nostri device.

Come mamma, questo mi spaventa molto, perché mi rendo conto che arriverà presto il momento in cui non potrò più tenere traccia dei rivoli in cui si incanala quello che i miei figli dicono in rete.

E allora?
Non ho risposte precise al momento. Però mi ha illuminato (o rassicurato) questa intervista a Cory Doctorow.

In rete, più racconti di te e più condividi, più le persone a cui tieni ti premiano con la loro attenzione. Questo è un meccanismo molto potente intorno al quale, ormai mi sembra ovvio, la nostra società si sta ridefinendo, o meglio, ulteriormente definendo, allargando i suoi contorni.

Arriva il momento in cui bisogna smettere di sedersi con i propri figli a controllare tutto quello che fanno: è il momento di insegnare loro il valore della privacy (invece che spiarli). Perché il meccanismo più potente che abbiamo per assicurare il rispetto della nostra privacy è imparare ad averne cura.

È un percorso molto più faticoso dello spionaggio, che ci costringe a imparare noi stessi e a riflettere con i nostri figli su quali siano i contorni della nostra (personale) riservatezza.

Ma penso davvero che sia la strada più fruttuosa a lungo termine.

lavale3 è uno degli esperti di inFamiglia. Scopri cos’è inFamiglia e aiutaci ad arricchirlo.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 20/06/11 alle ore 15:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 28 aprile 2017 04:30

  • Archivi