Web & Social » Novità dal Web

Steve Jobs si dimette. Riuscirà Apple a mantenere il suo ruolo di leader?

Steve Jobs non è più il C.E.O. di Apple. Ad annunciarlo è stato lui stesso appena dopo la chiusura della Borsa di New York con una lettera agli azionisti e i dipendenti dell’azienda di Cupertino. La notizia non era nell’aria ma le ultime immagini del co-fondatore della società con la più alta capitalizzazione in borsa parlavano chiaro: Steve Jobs non sta bene e ha bisogno di staccare.

Il suo non sarà un abbandono totale dell’azienda, infatti manterrà la carica di presidente.

Negli anni Jobs è diventato sempre più un personaggio pubblico, scardinando ad ogni sua uscita il mondo della tecnologia informatica e non solo. I suoi Keynote da semplici presentazioni di prodotto son diventati negli anni eventi mediatici durante i quali al mondo veniva presentato il futuro. Molti lo hanno definito un profeta, un guru o semplicemente un genio che in 40 anni ha più volte rivoluzionato il mondo dell’informatica – inventando di fatto il concetto di personal computer – e riformulando il mondo della telefonia, con l’avvento dell’iPhone.

Ora, a prendere in mano le redini della Melamorsicata non potrà che essere Tim Cook, vice predestinato che in questi anni ha già sostituito Steve Jobs due volte.

A riguardo abbiamo posto due semplici domande all’interno di Vodafone Italia a Paola Bonomo, Head of Online Services e Davide Tacchino, Head of Terminal Marketing di Vodafone Italia.

Che impatto ha avuto secondo te Jobs nel mondo delle telecomunicazioni?

Bonomo: “L’iPhone è stato il primo smartphone con il quale si sono veramente realizzate le promesse della rivoluzione della connettività mobile. Sin dai primi anni 2000, con le reti GPRS e UMTS, abbiamo avuto a disposizione le enormi potenzialità dei dati in mobilità; ma l’esplosione di video, applicazioni, social networking mobili si può dire che sia arrivata con l’iPhone, con l’App Store e poi con l’iPad. In questo Jobs è stato il leader che ha saputo unire una grande visione e una maniacale attenzione al dettaglio della user experience.”

Tacchino: “Steve Jobs ha avuto ed ha tutt’ora un ruolo carismatico e di leadership nel mondo dell’elettronica di consumo, ed ha saputo trasferire nel mondo delle telecomunicazioni l’innovazione e la creatività tipica di Apple, che si traducono in un’offerta di prodotti di altissima qualità e soprattutto estremamente curati nell’aspetto estetico, nei dettagli realizzativi e nella esperienza cliente.”

Che cosa c’è da aspettarsi da Apple adesso che Jobs non sarà più una presenza quotidiana?

Bonomo: “Jobs ha allevato una generazione di ingegneri e manager con un DNA clonato sul proprio, quindi credo che Apple continuerà a stupirci. Le prossime mosse? Le immagino nel mondo della televisione.”

Tacchino: “La squadra Apple con cui Vodafone Italia collabora oramai da anni è sicuramente all’altezza della situazione ed ha fatto tesoro del carisma, dell’inventiva, della leadership del suo fondatore. Ci aspettiamo quindi che Apple mantenga il livello di innovatività, creatività e attenzione al cliente che ha saputo conquistare in questi anni.”

Di seguito il video di uno dei più famosi discorsi di Steve Jobs alla Stanford University.

Stay Hungry, Stay Foolish!

Commenti (3)
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 25/08/11 alle ore 12:47 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • sonic496
    di sonic496 | 25/08/2011 14:19

    Ammiro le parole di questo grande uomo! Un uomo che ha sempre lottato seguendo il suo idealismo , ma sopratutto un uomo che ha avuto l umiltà di ricominciare sempre da zero!!! che queste parole siano utili per tutti noi per capire che con la diligenza , la dedizione e la perseveranza si può ottenere quello che più desideriamo :-)

    Il Suo successo è racchiuso in tutto questo !

  • prinfar964
    di prinfar964 | 26/08/2011 09:18

    Personalmente ammiro l’uomo perchè è uno di quei geniacci che ha dato un forte sviluppo alla tecnologia, in avanti con i tempi.
    Ma come ammiro l’ uomo tanto detesto la casa della mela morsicata, a partire dalla politica dei prezzi ma sopratutto per il fatto che nei suoi apparecchi si lascia sempre una porta aperta, con la scusa dell’ antipirateria: siete veramente convinti della favola del lupo? A casa mia l’ unica mela che continuerà ad entrare è quella vegetale. Non vedo il motivo per cui dover comprare degli apparecchi costosi, a parte il tarlo di avere l’ultimo gioiello tecnologico, magari pieno di bug, in cui La Mela detiene il primato in questo settore senza degnarsi di fare mai una campagna di richiamo: perchè devo spendere fior di quattrini per ascoltare un mp3 con la Mela quando posso benissimo ascoltarlo con le stesse caratteristiche e tecnologie ad un costo decisamente inferiore? Benvengano le copie cinesi! Non saranno il massimo in qualità, ma in caso di guasto ne possiamo acquistare 5 o più al prezzo di …. una Mela! Esempio: costo cavo per ricarica usb €19 (leggo sulla confezione: made in china!); stesso cavo, non marchiato con una Mela, acquistato e fatto nello stesso paese del sol levante, € 1.5: se permettete con quello che avanzo vado a comprarmi da mangiare, mele comprese, per qualche giorno! Magari ordinandole pure con un apparecchio della concorrenza…
    Fortunatamente non tutti la pensano come me, sennò ciao Mela: se non sbaglio senza l’ intervento del Grande Guru stava già… marcendo!
    Claudio F.

  • sonic496
    di sonic496 | 26/08/2011 22:19

    Prinfar964 penso che la tua sia più invidia , comprare un apple è come comprare un diamante è per sempre!!! Non giudicare senza conoscere!!!

    Dietro a tutto cio oltre ad esserci duro lavoro c’è molta genialità e dato che Apple è sinonimo di sicurezza e affidabilità i prezzi sono più che giusti.
    Non guardare solo i device e i prodotti in generale ma guarda sopratutto l azienda e la loro qualità !!

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 28 maggio 2017 08:41

  • Archivi