Mondo Vodafone » inFamiglia

(Oltre la teoria) Brevi storie di tecnologia in casa mia

“Mamma, lo so che mi dirai di no, ma aspetta che finisco la frase e capirai il motivo”
Sono le quattro del pomeriggio, i ragazzi stanno facendo i compiti, questo è Davide.
“No!”
“Mamma, dai… Ascolta, posso accendere solo un secondo il Nintendo? …”
“Stai scherzando, vero?”
“…è per geografia, un attimo solo, devo guardare com’è fatta la bandiera della Svezia, c’è su Fifa Street!”

“Ma sei sicuro che non ci sia un modo più normale di trovarla, tipo per esempio il dizionario? L’enciclopedia? Cose così insomma…”
“Può darsi, mamma, ma così è più veloce. Posso?”

Può? È giusto? Non posso negare che mi sembri più educativa la ricerca lenta su un libro ma siamo sicuri che in questo contesto farebbe la differenza? Non lo so e come sempre quando non sono sicura, decido d’istinto.

“Ok, ma fai veloce”, in fondo, mi dico, è solo un’immagine che sta cercando, non un complesso concetto filosofico da approfondire.

Nel frattempo Marta è entrata in cucina con un foglio in mano.
“Mamma devo decidere il laboratorio di scuola, ma non c’è niente che mi interessa, mi aiuti?”
Do un’occhiata alla lista delle attività e sbianco: “Marta, qui vedo scritto fotografia, spagnolo, schiatzu, cinese, arte, robotica, primo soccorso, hip-hop, ginnastica artistica, giornalino della scuola….è un’offerta favolosa, come fai a dire che non c’è niente di bello??? Ma fotografia non è la tua passione?”
“Si, mamma, ma non c’è più il prof dell’anno scorso.”
“Scusa, primo soccorso, allora. Impari qualcosa di utile e inusuale”
“No, passi due ore ogni settimana a baciare un manichino”
“Capisco… Hip-hop?”
“Mamma, ma se inciampo nei miei speroni di cavallo, come puoi aspettarti che io abbia la coordinazione?”

Il laboratorio si tiene dalle 12 alle 14 una volta alla settimana. Se decide di non farlo, sono spacciata. Non c’è autobus a quell’ora e di certo non posso lasciare l’ufficio alle 11 di mattina. Ma come faccio a dirle “devi farlo, se no non so dove metterti?” (i soliti sensi di colpa materni, in realtà dovrei dirlo e basta, ma non ci riesco)

“E cinese? Guarda che non sarà mica una cosa pesante…impari i grafemi, la cultura…”
“Mamma, non so come spiegartelo… sembrano tutti belli, ma in realtà non lo sono…i ragazzi fanno quello che vogliono, girano per la scuola…non sono organizzati bene”
“Ok, ma perché allora non scegli qualcosa insieme a una tua compagna, così lo fate insieme e vi divertite?”
“Eh, mamma, ma non so cosa scelgono loro, ero assente quando hanno dato la circolare e ne hanno parlato. E ora devo decidere entro domani mattina”

Mi sento all’angolo, ho più solo una risorsa: “Ok, vai su Facebook allora e vedi se c’è qualcuno dei tuoi amici a cui chiedere”
“Ah, e Marta..?”
“Dimmi”
“Ricordati che se non c’è nessuno, esiste sempre il telefono, eh?”

C’era Angelica e adesso faranno Fotografia insieme. Fiuuù.

“Mamma!!”
“Eeeh??? Ma neanche un secondo di pace in bagno posso avere????”
“Ehm..scusa…”
“Che c’è?”
“Ci sarebbe la circolare del Consiglio d’istituto il 25 ottobre. Te la leggo?”
“Ehmmm.. magari in questo momento proprio no”
“Ah, ok. Te la lascio sul cellulare, così non la dimentichi

lavale3 è uno degli esperti di inFamiglia. Scopri cos’è inFamiglia e aiutaci ad arricchirlo.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 14/10/11 alle ore 15:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 26 luglio 2017 18:30

  • Archivi