Mondo Vodafone » inFamiglia

Aiuto, mia figlia di un anno non sa girare le pagine!

Ci sono fatti del passato che non fanno parte della mia memoria se non come storie raccontate dai miei genitori.

Come quella di quando mia mamma piccola andava con mia nonna a cuocere le torte al forno (e si badi che abitavano a Genova, in città, non in un paesino sperduto di campagna). O quella di quando hanno comprato la televisione ed erano gli unici nel quartiere ad averla e mia nonna non ne poteva più di tutti i vicini dopo cena in fila in salotto.

E quando è arrivato il primo frigo che, troppo bombato, non passava dalla porta. E spingi e tira e gira, niente da fare, finché mia mamma, con intuizione da bambina disse semplicemente: apritelo, e con la porta spalancata passò comodo comodo.

Sono storie che fanno sorridere, di quelle che poi si perpetuano con i figli, rapiti ad immaginare come si faceva senza….

Nonostante abbia poco più di 40 anni, comincio ad averne un paio anche io da raccontare. La più rilevante di tutte è quella di quando non esistevano i cellulari…. Quanti appuntamenti mancati per un malinteso, quante preoccupazioni a mia madre per i ritardi, quanto posticipare fino alla prima cabina telefonica (uhm… ve li ricordate i gettoni? che fine hanno fatto i gettoni? qui c’è il link, per i giovani che leggono)!

Io e mio marito uscivamo di casa la mattina sapendo che fino a sera non ci saremmo sentiti, salvo la telefonata d’emergenza in ufficio. Adesso, ci preoccupiamo l’uno dell’altra se non arriva almeno un sms, un messaggio in chat, su viber o qualche altra diavoleria. Allora invece era normale, non conoscevamo altro.

Non conosce altro anche questa bambina, che a un anno di vita usa una rivista come se fosse un tablet e, ovviamente delusa dalla performance, con una praticità devo dire eccellente, testa il suo dito sulla propria carne morbida per assicurarsi che il malfunzionamento non sia dovuto a cause in suo controllo.

Quando venerdì un mio collega mi ha passato il link a questo video ha commentato: “non pensi che sia triste? non pensi che sia sbagliato?”

Posto che sono assolutamente convinta che questo video ritragga un momento particolare della vita di questa bimba, un frammento raccolto e raccontato con uno scopo preciso. E posto che è evidente che da grande saprà girare le pagine di un libro, e anche leggerlo, lo spunto è comunque buono per una riflessione.

È giusto? È sbagliato? O semplicemente è, e non c’è giudizio da dare?

Questa bimba conosce l’iPad fin da molto piccola e non ha bisogno di farsi troppe domande: è interattivo, colorato, luminoso. Insomma, una goduria. Esiste e intuitivamente lo tratta come altri oggetti che la interessano. Ecco qui una magnifica rappresentazione di cosa significhi digital native.

Ci spaventa?

Quello che nel video non si vede sono i sonaglini, la palla di gomma, i libri di stoffa e gli orsetti di peluche che certamente avrà. I bambini di oggi hanno gli stessi giochi che i bambini hanno da sempre, più uno: la tecnologia.

Niente paura: che il mix tra tutti sia equilibrato dipende solo da noi genitori.

PS. Cliccando sul link del video, prima che appaia, c’è una fastidiosa pubblicità che purtroppo non si può saltare.

lavale3 è uno degli esperti di inFamiglia. Scopri cos’è inFamiglia e aiutaci ad arricchirlo.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 17/10/11 alle ore 15:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 28 maggio 2017 08:50

  • Archivi