Web & Social » Novità dal Web

Wikipedia pensa al blackout contro la nuova normativa statunitense SOPA

Wikipedia, l’enciclopedia online open source più famosa del mondo, potrebbe adottare il blackout quale strumento di protesta contro la nuova normativa statunitense SOPA (Stop Online Piracy Act) – già definita “ammazza-Internet”. Si tratterebbe di un gesto estremo contro uno dei provvedimenti anti-pirateria più restrittivi mai discussi dal parlamento statunitense.

Secondo gli oppositori (NetCoalition), infatti, la legge potrebbe includere non solo filtri per gli indirizzi IP dei siti Web responsabili di smercio pirata ma anche procedure di deep packet inspection. Insomma, i provider potrebbero essere costretti a diventare veri e propri poliziotti della Rete filtrando ogni singolo dato ricevuto e spedito dagli utenti – in evidente violazione delle norme sulla privacy.

Per questo motivo il patron di Wikipedia, Jimmy Wales, ha pensato di affidarsi alla stessa tattica utilizzata dalla filiale italiana quando si tentò di imporre per legge l’obbligo di rettifica obbligatoria entro 48 ore per qualsiasi sito Web. Il DLL intercettazioni, che conteneva la norma, venne poi ritirato in gran fretta anche grazie alle potreste della comunità online.

Wikipedia per altro non è sola contro la SOPA: tutti i grandi Gruppi, come ad esempio Google e Microsoft, considerano la legge a dir poco sproporzionata nella repressione anti-pirateria. Ovviamente la speranza di tutti è che il dibattito politico ammorbidisca gli spigoli di questa proposta legislativa.

 

 

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 13/12/11 alle ore 17:00 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 21 dicembre 2014 07:09

  • Archivi