Mobile & Tech » Hi-Tech

Telefonini con fotocamera a infrarossi: un giocattolo da James Bond

La termografia a infrarossi è già usata abbondantemente per usi sia civili che militari. Se osservato all’infrarosso (lunghezze d’onda comprese tra 8 e 12 micrometri), il nostro mondo si mostra con tutt’altro aspetto. I corpi caldi – essere umani, animali a sangue caldo e motori, per fare qualche esempio – appaiono con colori brillanti e si distinguono nettamente dallo sfondo. Questo fornisce evidentemente un grande vantaggio a militari e agenti 007 nell’esaminare una scena a caccia di potenziali pericoli.

Purtroppo, le attuali termocamere sono pesanti e costose. Le cose, però, potrebbero cambiare a breve: l’Agenzia DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) ha infatti stanziato oltre 13 milioni di dollari a Raytheon Vision per sviluppare una fotocamera a infrarossi economica e abbastanza piccola da poter essere integrata in uno smartphone.

Nei prossimi 3 anni – questa la durata del contratto – l’obiettivo di Raytheon Vision sarà quindi quello di sviluppare e mettere a punto un processo produttivo per sensori termografici adatto alla produzione su vasta scala, esattamente come già avviene con le CPU e con moltissimi altri chip.

Raytheon Vision è stata scelta in virtù del suo know-how tecnologico, avendo già sviluppato nel 1996 un sistema di visione notturna destinato agli automobilisti (NightDriver) e collaborando già a molti progetti nel settore della difesa aerospaziale.

Tra non molto, anche il nostro smarphone potrebbe aiutarci a vedere nella più completa oscurità.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 14/12/11 alle ore 10:30 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 29 maggio 2017 02:06

  • Archivi