Mobile & Tech » Hi-Tech

Beidou, la Cina costruisce la sua rete GPS

La Cina ha gettato le basi per la propria indipendenza dalla rete GPS statunitense con l’avvio del programma Beidou, il cui scopo è costruire una rete satellitare proprietaria.

I primi esperimenti sono iniziati già nel 2000, con la messa in orbita di due satelliti sperimentali. Ora siamo arrivati alla fase operativa: secondo Ran Chengqi, portavoce ufficiale, Beidou (o “Big Dipper”, com’è anche chiamato il nuovo sistema satellitare) sarà operativo e coprirà la maggior parte dell’Asia e dell’area del Pacifico entro l’anno prossimo, e l’intero globo entro il 2020.

La rete satellitare attuale conta 10 satelliti, a cui se ne aggiungeranno altri 6 nel corso del 2012. La costellazione finale dovrebbe contare invece 35 satelliti, 4 in più dell’attuale costellazione statunitense e 5 in più della variante europea Galileo.

Anche la precisione garantita, entro i 10 m, dovrebbe essere superiore a quella della controparte americana.

Il sistema Beidou sarà naturalmente usato per scopi civili quali trasporti, meteorologia e telecomunicazioni, ma è anche un segnale importante dell’interesse della Cina verso la corsa spaziale. Già si parla, infatti, di un programma che prevede la costruzione di una stazione orbitale e di un esplorazione lunare.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 29/12/11 alle ore 15:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 14 dicembre 2017 21:53

  • Archivi