Mobile & Tech » Hi-Tech

Il circuito elettronico si auto ripara, addio ai piccoli guasti

Niente è più fastidioso di un guasto elettronico: un piccolissimo filo rotto ci potrebbe lasciare senza navigatore, senza telefono, persino senza auto se l’elettronica in questione è quella della centralina sotto al cofano.

Cosa c’è di meglio di un circuito elettronico capace di auto ripararsi? Uno in grado di farlo velocemente! Possibilmente così velocemente che l’utente non si accorga nemmeno del guasto.

Un simile circuito è in fase di sviluppo all’Università dell’Illinois: ripristina la conducibilità elettrica in pochi microsecondi. Il principio, come spesso accade, è semplice. Gli ingegneri hanno collocato un gruppo di microcapsule piene di liquido metallico (una lega di indio e gallio) da 10 micron lungo tutta l’estensione del circuito. Se il circuito si rompe in qualche punto, lo stesso accade alle microcapsule (perlomeno il 90% delle volte, la tecnologia è ancora in sviluppo). Il liquido interno fuoriesce e va a riempire la frattura sul circuito, ripristinandone la conducibilità fino al 99%.

Il punto debole del sistema è che, come si può immaginare, non sopporta rotture multiple nello stesso punto – una volta svuotate le capsule, niente più riparazioni. Nonostante questo, si tratterebbe di un grosso passo avanti in direzione dell’affidabilità.

Le prime applicazioni potrebbero essere in ambito aeronautico, aerospaziale e della difesa, dove le sollecitazioni per i componenti elettronici sono particolarmente gravose, ma tra qualche anno l’evoluzione di questa tecnologia potrebbe allungare la vita di tutti i nostri preziosi apparecchi tencologici.

 

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 29/12/11 alle ore 13:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 18 dicembre 2017 00:36

  • Archivi