Mondo Vodafone » inFamiglia

L’amore ai tempi del web: il pegno è scambiarsi le password

Qual è il più grande gesto d’amore per i giovani (e non solo) di oggi? Regalare un diamante? No. Un enorme mazzo di rose rosse? No. Agganciare un lucchetto a un cancello o a un corrimano? No. Giurarsi eterna fedeltà dopo una cena a lume di candela? Nemmeno. Il più grande gesto che si possa fare tra fidanzati è scambiarsi le password dei propri profili online. E credete, può costare veramente caro.

A rivelare questa nuova abitudine è una ricerca del Pew Internet and American Life Project condotta nel 2011 su un gruppo 770 giovani tra i 12 e i 17 anni. Secondo questo studio, il 30% dei teenager ha scambiato almeno una volta una password con un amico/a o con un fidanzato/a. Esprimere l’affetto nei confronti del prossimo concedendogli l’accesso ai propri profili, siano essi la mail, Facebook o qualsiasi altro social network, è dunque ormai una consuetudine assodata. Sempre secondo la ricerca i giovani fidanzati, in determinate occasioni, scelgono addirittura la stessa password e accettano consapevolmente che l’altro legga le proprie email e i propri messaggi.

Lo studio, oltre a sottolineare queste nuovi abitudini, ha richiamato l’attenzione dei genitori sulle possibili conseguenze negative del nuovo modo di vivere i rapporti intimi. Lo scambio di password infatti può avere ripercussioni disastrose per la persona. Se la coppia si rompe, ad esempio, uno dei due partner potrebbe tranquillamente usare la password dell’altro per vendicarsi, usandone l’account prima che questo possa chiuderlo definitivamente, e impedire che lo faccia creando una nuova chiave di accesso. La condivisione della vita digitale e la mancanza di un angolo di privacy nel quale rifugiarsi, inoltre, rappresentano proprio le prime cause della rottura di molti rapporti. Quando ci si lascia, infine, il fatto di conoscere ogni dettaglio della vita online dell’altra persona pone ognuno nelle condizioni di utilizzare tali conoscenze come strumento di ritorsione. Facebook diventa spesso il mezzo per spiare l’ex fidanzato/a, le email diventano la fonte privilegiata per scovare elementi che possano umiliare la persona dalla quale magari si è stati lasciati e quindi feriti.

Per quanto in alcuni casi già note, tali considerazioni non possono che far riflettere, e sicuramente inducono ognuno di noi a ripercorrere il proprio passato presente e lontano. Se avete dunque scambiato  le vostre password con qualcuno, forse è il momento di correre ai ripari. Se qualcuno in futuro ve lo chiederà, forse è meglio ripiegare sul buon vecchio mazzo di rose: è un bel gesto, e non fa male a nessuno.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 26/01/12 alle ore 18:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 28 maggio 2017 12:25

  • Archivi