Mobile & Tech » Computer & Tablet

Virus mutanti sui PC: malware, trojan e worm uniti fanno più danni

Gli specialisti di sicurezza informatica sono preoccupati per la diffusione dei cosiddetti frankenmalware, una nuova specie di virus che prende in prestito le peggiori caratteristiche dei malware, dei trojan e dei worm per combinarle insieme in un cocktail micidiale per il PC.

Bitdefender, un’azienda specializzata nella lotta ai virus informatici, conferma di aver già rilevato 40mila nuovi virus mutanti all’interno di un campione di 10 milioni di file, un numero non elevatissimo ma che non bisogna sottovalutare.

Il problema è che mischiando il potenziale dannoso di due diverse tipologie di virus si moltiplicano i danni ai PC. La ricercatrice di Bitdefender Loredana Botezatu spiega che “i virus infettano i file eseguibili, e i worm sono file eseguibili”. Quando quest’ultimo comincerà a diffondersi porterà con sé anche il virus. Nonostante tutto questo non accada intenzionalmente la combinazione di entrambi i malware farà molti più danni rispetto alle intenzioni dei loro creatori.

L’azienda prosegue nella spiegazione con un esempio pratico di una possibile accoppiata composta da un worm e da un virus, nome in codice Rimecud e Virtob. Il primo è capace di diffondersi tramite software di condivisione file, dispositivi USB o anche programmi di instant messaging come MSN Messenger, mentre il secondo è un virus che infetta i file eseguibili o con estensione .scr.

Il worm potrebbe essere infettato dal virus, visto che è un file eseguibile e, una volta attivi entrambi i malware, “il PC avrebbe due bocche di fuoco che lavorano insieme sullo sistema compromesso, con due backdoor aperte, due tecniche di attacco attive e vari metodi di diffusione”.

Fortunatamente i ricercatori sostengono che gli antivirus avrebbero il doppio delle possibilità di rilevare questi nuovi virus, ma non bisogna sottovalutare il rischio che queste minacce possano passare inosservate a causa delle diverse dimensioni rispetto ai malware originali che le hanno generate.

L’unico rimedio è avere sempre installato un antivirus aggiornato, stare molto attenti a come ci si muove su internet e avere un po’ di fortuna, che non guasta mai.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 31/01/12 alle ore 13:30 e classificato in Mobile & Tech » Computer & Tablet . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 18 novembre 2017 09:15

  • Archivi