Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni

Windows 8 amico delle batterie, le app consumeranno meno energia

I software e le applicazioni per Windows 8, il nuovo sistema operativo di Microsoft in arrivo nel 2012, consumeranno poca batteria. L’annuncio arriva direttamente dall’azienda di Redmond, in un post sul blog ufficiale.

Il principio seguito dagli ingegneri sulla carta è semplice: se un’applicazione non è a schermo e quest’ultimo è spento, allora il sistema operativo e il programma aperto non dovrebbero incidere sull’autonomia della batteria.

Microsoft spiega che questa filosofia non cambierà la reattività dei programmi, che rimarranno veloci e scattanti in qualunque stato essi siano. In Windows 8 si parla infatti di tre possibili stati delle applicazioni: il funzionamento attivo in primo piano, cioè l’uso normale di un software, l’attività in background, come un antivirus che controlla il PC mentre l’utente è impegnato con altri programmi, e la sospensione in background, vale a dire la modalità che dovrebbe garantire il maggior risparmio energetico.

La sospensione in background è proprio l’aspetto più interessante e si partirà quando si apre un’applicazione e subito dopo se ne avvia un altra. Con questa modalità Windows 8 riuscirà a congelare il software, inibendo l’uso del processore per qualsiasi attività collegata al programma sospeso e permettendo di minimizzare i consumi.

Per riprendere l’uso di un’applicazione sospesa basterà selezionarla di nuovo e l’operazione sarà istantanea. “Non ci sarà più bisogno di preoccuparsi del numero di app in funzione”, assicura Microsoft. Se la memoria residua dovesse cominciare a scarseggiare i programmi potranno essere terminati definitivamente, ma è un’eventualità che secondo l’azienda dovrebbe presentarsi raramente.

“Vogliamo che i software usati più spesso siano disponibili istantaneamente. Se un’applicazione non è usata e il sistema dovesse avere bisogno di maggiore memoria allora ne chiuderà automaticamente una di quelle sospese salvandola sul disco, ma dovrebbe succedere di rado, come nel caso di più utenti collegati  allo stesso computer contemporaneamente”, si legge sul blog di Microsoft.

Ovviamente Windows 8 calcolerà in autonomia quale applicazione è meglio chiudere, sulla base di dati come l’ultimo utilizzo da parte dell’utente e la quantità di memoria occupata. Nel caso dovessimo avere nuovamente bisogno di quel programma, il sistema operativo lo riaprirà come se non l’avesse mai chiuso.

Tutte le operazioni che invece possono rimanere attive in background (come la riproduzione di musica, il download o l’upload di dati, i programmi di chiamate VOIP e molto altro) consumeranno meno batteria grazie alla modalità “connected standby”. In questo caso il processore del PC entrerà in uno stato di riposo molto profondo, conservando il livello minimo indispensabile di attività per gestire i software in background.

I maggiori beneficiari di queste tecnologie di risparmio energetico saranno ovviamente i notebook e i tablet, ma anche i PC fissi potranno approfittare dei minori consumi di Windows 8. Dopotutto, un desktop che consuma meno elettricità non può fare che piacere.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 09/02/12 alle ore 13:00 e classificato in Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 14 dicembre 2017 15:58

  • Archivi