Mobile & Tech » Apps & Games

Il verdetto dei ricercatori: giocare con gli sparatutto fa bene alla vista

Un team di ricercatori ha stabilito che giocare agli sparatutto in prima persona può aiutare a risolvere problemi visivi. Gli scienziati hanno condotto i loro studi su sei pazienti affetti da cataratta ai quali è stato chiesto di giocare a Medal of Honor (il celebre sparatutto di Electronic Arts) per un totale di 40 ore spalmate nell’arco di 30 giorni. Facendo due conti si parla di due ore di gioco al giorno, cinque giorni alla settimana, per un mese di tempo.

La professoressa Daphne Maurer della McMaster University of Canada ha condotto gli studi e ha dichiarato che le ore di gioco sono state volutamente limitate per non indurre i pazienti a sviluppare una dipendenza verso il gioco.

Cinque dei sei partecipanti all’esperimento hanno mostrato diversi miglioramenti al termine del mese di questa particolare terapia e sono stati in grado di riconoscere i volti più facilmente, di leggere piccole scritte e perfino di stabilire la direzione di punti in movimento.

“Circa due terzi delle abilità che abbiamo misurato sono migliorate semplicemente giocando a un videogame d’azione”, ha spiegato la dottoressa Maurer a una convention scientifica a Vancouver.

“I risultati mostrano che il sistema nervoso visivo è abbastanza plastico anche in età adulta, al punto da formare o rivelare nuove connessioni… e sospettiamo che potrebbe essere vero per qualsiasi tipo di difetto visivo”, continua la dottoressa.

Non bisogna inoltre dimenticare che giocare agli sparatutto e in generale ai titoli d’azione aumenta il livello di dopamina e di adrenalina, una cosa che rende il cervello più attivo e che quindi aiuta a migliorare l’acutezza visiva.

I risultati positivi hanno incentivato il morale dei ricercatori, che ora sono al lavoro per realizzare il videogioco non violento perfetto per migliorare la vista. L’idea è di prendere spunto dai passaggi più efficaci di Medal of Honor e di combinarli con altri elementi per dare ai pazienti l’opportunità più concreta possibile di risolvere, o almeno diminuire, i loro deficit visivi.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 21/02/12 alle ore 11:30 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 23 ottobre 2017 04:22

  • Archivi