Mobile & Tech » Hi-Tech

Google vuole Android sui notebook: touchpad come i touchscreen

Le somiglianze fra il touchpad dei computer portatili e il touchscreen degli smartphone sono abbastanza sottili e Google ha deciso di avvicinare ulteriormente queste due tecnologie, brevettando un sistema per controllare le applicazioni per Android con il sistema di puntamento tipico dei notebook ma in modo simile a quanto avviene sugli smartphone.

Un’operazione che, combinata all’ipotesi di portare Android 5 su netbook e computer portatili, potrebbe identificare chiaramente la strategia dell’azienda di Mountain View: unificare prodotti diversi per sfruttare un ecosistema comune di applicazioni, software e giochi.

Il nuovo brevetto serve proprio per descrivere un sistema capace di convertire i movimenti delle dita sul touchpad in modo simile ai segnali provenienti dal touchscreen. Nella richiesta inviata all’ufficio brevetti statunitense si legge che “i dispositivi touchscreen permettono agli utenti di sfruttare un’interazione diretta con i dispositivi, mentre i touchpad forniscono un’interazione indiretta, collegata all’interfaccia del mouse”.

L’idea di Google è di colmare questo passaggio, descrivendo una tecnica per il tracciamento fra le interazioni del touchpad e le operazioni che si fanno con i touchscreen con applicazioni basate proprio su quest’ultima tecnologia.

Per esempio, immaginate di vedere una foto sullo schermo del vostro computer. Per aumentare lo zoom oggi bisogna puntare con il mouse sulla lente d’ingrandimento e cliccare diverse volte, oppure trascinare un indicatore e cose simili. Con questo sistema basterebbe allargare le dita, o fare un altro gesto sul touchpad, in modo molto simile a quanto avviene sugli smartphone.

Ovviamente bisogna considerare che al momento l’azienda ha soltanto depositato il brevetto, per cui non è detto che questa tecnologia diventi realtà. Anche il discorso di portare Android 5 sui computer è poco più di un’indiscrezione, ma la notizia di questo brevetto potrebbe rimescolare le carte in tavola e dare nuovo credito a questa teoria.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 24/02/12 alle ore 14:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 16 dicembre 2017 23:31

  • Archivi