Mobile & Tech » Hi-Tech

Aire ricarica i cellulari con un respiro

Aire è una nuova mascherina che sfrutta lo spostamento d’aria e la variazione di temperatura del respiro umano per creare energia elettrica. Questa può essere utilizzata per ricaricare smartphone e altri piccoli dispositivi portatili.

L’idea è di João Paulo Lammoglia, un designer che ha avuto una felice intuizione tanto più che è stata premiata con il Best of RedDot Design Award 2011. Aire esteticamente è un po’ raccapricciante, ma probabilmente non si poteva fare altrimenti anche perché nasconde una vera e propria mini-turbina eolica.

Più il respiro è profondo più energia si produce, quindi anche il russare pare essere ottimo per velocizzare la ricarica. In ogni caso si può utilizzare il dispositivo anche in corsa, ma l’effetto visivo potrebbe essere un po’ ridicolo. Diciamo che in situazioni estreme, magari in un classico viaggio d’avventura, Aire potrebbe dimostrarsi un compagno perfetto.

Al momento la mascherina è ancora un concept, ma si preannuncia come idea originale per lo sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili. Non bisogna infatti dimenticare che un cellulare ha un impatto sull’ambiente stimato in una tonnellata di CO2 all’anno. Con Aire la bilancia tornerebbe a zero.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 07/03/12 alle ore 11:30 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 29 maggio 2017 13:24

  • Archivi