Mobile & Tech » Apps & Games

Mai più vibrazioni obsolete nei Joypad, ecco l’invenzione che rinnova il force feedback

Gli ingegneri dell’Università dello Utah hanno realizzato un progetto che potrebbe rivoluzionare la vibrazione dei classici joypad. Questo nuovo controller per console integra infatti una tecnologia di force-feedback capace di tirare leggermente la pelle sotto i pollici, in modo da fornire informazioni direzionali, come per esempio il rinculo di un’arma da fuoco o la direzione di tiro di una lenza di una canna da pesca.

La vibrazione sui joypad è nata nel lontano 1997, grazie a un’intuizione di Nintendo e di Sony che usarono questa tecnologia sui controller del Nintendo 64 e della prima Playstation. La vibrazione ricreata era tuttavia in grado di simulare soltanto parzialmente le informazioni trasmesse dai videogiochi. Per capirci, il volante dei videogame di guida delle sale di giochi era tutta un’altra cosa.

Questo nuovo controller invece si spinge leggermente oltre rispetto i suoi lontani parenti, grazie a due sporgenze simili ai trackpoint presenti al centro della tastiera in alcuni notebook. Questi due mini-joystick si muovono indipendentemente dal resto del joypad e sono in grado di fornire una sensazione tattile più realistica.

Il professor William Provancher ha depositato la richiesta di brevetto e spera che si possa arrivare alla produzione in un paio d’anni, magari in tempo per le console di nuova generazione.

Nella dimostrazione si può notare  la risposta del joypad in diverse situazioni e anche in un gioco di pesca. In questo caso i “trackpoint” servono per far capire al giocatore  quando è il momento giusto di catturare la preda e permettono di simulare il comportamento del pesce e la sua traiettoria per cercare di divincolarsi dalla lenza.

Se impiegata correttamente questa tecnologia potrebbe aprire nuovi orizzonti in campo videoludico, ma potrebbe essere usata anche in altri contesti per fornire informazioni tattili agli utenti. Immaginate ad esempio le possibili applicazioni per i non vedenti, oppure un sistema di navigazione satellitare in grado di suggerire il percorso giusto grazie alle informazioni tattili e non ai comandi vocali.

Le potenzialità sono molto elevate e la speranza è che questa invenzione non finisca per diventare l’ennesimo brevetto destinato a impolverarsi in attesa di una risposta da parte delle aziende del settore.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 07/03/12 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 28 aprile 2017 10:16

  • Archivi