Mondo Vodafone » inFamiglia

Perché tuo figlio non usa vocabolario ed enciclopedie ma cerca online

Figlio: “Uff… non trovo come tradurlo perché abbia senso nella frase… ”

Padre: “Ma scusa hai guardato i vari significati nel vocabolario?”

Figlio: “Sì online! Ma non c’è quello che va bene. Dopo magari mi sento con Matteo su Skype per vedere se ha avuto più fortuna”

Nell’era di Internet e del web sociale cambia il modo che hanno i giovani di accedere alla conoscenza, di condividerla e produrla. La moltiplicazione di fonti informative e di voci, il miscelarsi di contenuti qualitativamente alti e bassi all’interno degli stessi contesti di ricerca (spesso basta googlare un termine) sta producendo un cambiamento del contesto di ricerca e selezione dell’informazione. Si tratta di un vero e proprio mutamento di paradigma che impatta in modo estremamente significativo con il mondo dell’apprendimento, rappresentando sia una opportunità che una vera e propria sfida.

Il lavoro Youth and Digital Media: From Credibility to Information Quality, realizzato da  Urs Gasser, Sandra Cortesi, Momin Malik e Ashley Lee raccoglie l’analisi di un’ampia letteratura e di ricerche che disegnano il frame in cui il sistema educativo trova ad operare.

I giovani non creano una distinzione netta tra il processo che consente di accedere all’informazione e la valutazione di questa. Non valutano cioè la qualità di un contenuto a partire dallo stesso set di norme che abbiamo noi adulti e che hanno a che fare con credibilità, autorevolezza e accuratezza. In pratica preferiscono buttarsi su dati che siano facilmente accessibili, resi disponibili e magari organizzati in modo accattivante piuttosto che su contenuti qualitativamente più esaurienti. È per questo che un pesante vocabolario di latino da sfogliare che sviscera i termini da tradurre con molta competenza diventa vintage rispetto a un dizionario online in cui inserisci il termine che cerchi e che offre un’immediata risposta. Ed è per questo che i giovani sono più propensi a scegliere contenuti trattati graficamente e con immagini piuttosto che lunghi testi descrittivi e analitici da cui astrarre. Questo spiega anche perché non ci sono più gli studenti di una volta.

D’altra parte assistiamo a una crescita delle attività di produzione e diffusione di contenuti che vedono i giovani sempre più coinvolti non dentro le mura scolastiche ma nelle attività quotidiane e di socializzazione che hanno a che fare con siti di social network, wiki, blog, giochi, ecc. Questa attività, raccontano le ricerche analizzate, agevolano le loro competenze nel ricercare e valutare le informazioni.

Eppure, come sostiene Gasser: “Si tagliano fuori queste attività essenziali  e le si delegano agli spazi personali e sociali fuori dalla scuola invece di cercare di incorporarle e di farle diventare tema di conversazione”.

Il sistema educativo, quindi, dovrebbe lavorare con gli studenti a partire da come loro interagiscono con l’informazione e inglobare in modo crescente all’interno delle dinamiche di apprendimento queste “interfacce sociali” (social network, wiki, ecc.) che sviluppano attitudini e capacità che ri-sincronizzano ricerca dell’informazione e valutazione. È il gruppo di pari, quindi, nelle attività comunitarie a far emergere logiche di selezione/produzione/diffusione qualitativamente migliori, anche se non sempre sono compatibili con le logiche che il sistema educativo promuove. Sviluppare nuovi approcci e costruire nuovi percorsi curriculari che siano capaci di incorporare le tecnologie digitali rappresenta quindi la sfida da percorrere.

gboccia è uno degli esperti di inFamiglia. Scopri cos’è inFamiglia e aiutaci ad arricchirlo

 

Commenti (1)
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 07/03/12 alle ore 15:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 18 novembre 2017 09:08

  • Archivi