Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni

Nuovi sensori GPS per gli smartphone: navigazione più precisa e consumi dimezzati

Buone notizie per gli amanti degli smartphone e della navigazione satellitare, perché i prossimi sensori GPS saranno molto più precisi e potranno stabilire la posizione anche verticalmente. In questo modo il navigatore non solo potrà stabilire in che edificio ci troviamo , ma riuscirà anche a capire in quale stanza e a che piano, consumando la metà della batteria rispetto a oggi.

Il segreto è il nuovo chip Broadcom BCM 4752 GNSS, che secondo l’azienda è in grado di stabilire la posizione in luoghi chiusi con una precisione di 30 centimetri. Questo risultato è ottenuto grazie a diversi sistemi satellitari,  combinati con i dati delle reti Wi-Fi, GSM e perfino con le informazioni fornite dai sensori come il giroscopio, la bussola e l’accelerometro dello smartphone.

Questo nuovo chip permette inoltre di sfruttare la funzione Bluetooth Beacon, che si può usare per indirizzare gli utenti in un edificio. Immaginate un cliente che vuole trovare uno specifico negozio all’interno di un centro commerciale e avrete intuito il potenziale commerciale di quest’invenzione.

Scott McGregor, dirigente di Qualcomm, spiega infatti che il commercio al dettaglio rappresenta l’applicazione immediata di questa nuova tecnologia, ma la maggiore precisione si potrebbe sfruttare in molti altri contesti. Dai dati geografici inseriti nelle fotografie ai social network, dalla navigazione vera e propria ai videogiochi, le potenzialità sono molto vaste.

Se ora un navigatore satellitare è in grado di portarvi davanti a un museo in futuro potrà guidarvi anche al suo interno, e magari vi spiegherà persino le caratteristiche dell’opera d’arte che state ammirando.

Il nuovo chip BCM4752 riesce a far tutto questo consumando la metà dei sensori GPS attuali, come vi abbiamo anticipato a inizio notizia. Sicuramente questa caratteristica farà felice gli utenti che usano abitualmente lo smartphone come navigatore, ma i vantaggi si noteranno anche in molte altre applicazioni, visto che ormai la geo-localizzazione è usata anche nei social-network, nelle app fotografiche, nel browser e nei giochi.

Un ulteriore vantaggio del nuovo chip sono le dimensioni ridotte, fino al 44% in meno rispetto ai sensori usati attualmente. Le sorprese non finiscono qui, perché questa tecnologia include anche la connettività NFC, già molto diffusa oltreoceano mentre qui in Europa sta cominciando a prendere piede soltanto ora. Un vero e proprio chip delle meraviglie!

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato domenica 25/03/12 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 30 settembre 2014 15:49

  • Archivi