Mondo Vodafone » inFamiglia

Non mi perdo più con Google Maps

Avete presente quegli uomini a cui chiedete indicazioni stradali e vi rispondono “Prendi la tangenziale est e prosegui verso nord”??? Oppure “Guarda, è semplice, è la strada parallela: fai il giro dell’isolato e poi dopo circa 200 metri prendi la sinistra”?
Ecco, io gli esseri umani così non li sopporto, quelli che hanno il senso dell’orientamento e sanno quantificare i metri oltre i cinque.

Io mi perdo sempre.

Si capirà quindi lo sconforto quando ho capito che l’adolescenza dei miei figli portava con sé anche tutta una serie di indirizzi di amichette e amichetti, di palestre e campi da rugby, di locali e gelaterie. Tanto più che noi abitiamo fuori città e raggiungere questi luoghi implica sempre inerpicarsi per stradine tra campi, attraversare paeselli sconosciuti ai più e, ora che Marta qualche sabato esce pure la sera, farlo anche AL BUIO.

L’ingresso del navigatore satellitare nella mia macchina è stata una svolta. Ha coinciso con l’inizio dell’agonismo di Marta a pallavolo e Tuttocittà è finito sotto il sedile, dove credo si sia anche decomposto.

Intrepida attraversavo la Provincia di weekend in weekend e raggiungevo palestre nei posti più improbabili. Una sola volta si è impallato e sono finita da tutt’altra parte, capendo così il limite della tecnologia: senza aver guardato prima la mappa generale e fallendo lo strumento, non avevo davvero la più pallida idea di dove ci trovassimo.

Mancavano pochi minuti all’inizio della partita.

Ora, chi ha figli che fanno sport, sa che gli allenatori si dividono in due specie: quelli che volevano fare gli atleti e non ci sono riusciti e quelli che amano lo sport e vogliono far riuscire i ragazzi che allenano. I primi tendono a essere frustrati, con un’emotività un po’ immatura, leggermente vendicativi e risentiti. Con delle preferenze imbarazzanti per qualche giocatore in particolare, lasciano uno o due, sempre gli stessi, in panchina, non si sa perché. I secondi invece sono appassionati, imparziali, appena possono mettono anche i più scarsi in campo ed esercitano il valore educativo dello sport in ogni contesto.

Naturalmente capitava che l’allenatore di Marta appartenesse al primo genere, che Marta non fosse la sua prediletta e che un ritardo avrebbe significato affossare ancor più il suo bel sederino nella panca a bordo campo (e la sua stima in se stessa, resa vacillante dal di cui sopra allenatore).

Mentre gli occhi di mia figlia si riempivano di lacrime, io venivo travolta da una di quelle crisi di nervi che sarebbe meglio non confessare mai (ma che succedono alle mamme quando la tensione è sproporzionata al senso di quello che si sta facendo, inutile nasconderlo): impugnato il navigatore, ho urlato ripetutamente “Perché non funzioni?” e l’ho scaraventato contro il finestrino.

Ci restavano a quel punto solo i passanti: “Guardi, signora, proceda dritto 500 metri, al secondo semaforo a sinistra, alla rotonda tenga la destra, imbocchi la statale verso nord ed esca quando sulla sinistra vede un capannone in calcestruzzo. Poi chieda”

Ecco. Siamo arrivate in ritardo, Marta ha fatto panchina da lì per il resto della stagione.
(Poi alla fine ha cambiato squadra e adesso si diverte).

Va decisamente meglio da quando mi sono impossessata di Google Maps sull’iPhone: nel tempo tutti gli indirizzi degli amici e degli interessi dei miei figli si sono automaticamente salvati nella cronologia (sono tre figli e per fortuna sono abbastanza simpatici e attivi, quindi si può immaginare quanti indirizzi). Mi basta un indice e con un rombo di motore arrivo ovunque.

Certo, a volte mi domando se non sia sbagliato seguire pedissequamente una linea blu sul cellulare, senza interrogarsi e senza contestualizzare i miei movimenti, ma poi mi dico che comunque, anche prima, facevo fatica a capire dove fossi, mentre adesso almeno non perdo tempo e non mi perdo.

lavale3 è uno degli esperti di inFamiglia. Scopri cos’è inFamiglia e aiutaci ad arricchirlo

Commenti (1)
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 26/03/12 alle ore 15:00 e classificato in Mondo Vodafone » inFamiglia . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

  • ahmedhaoud11
    di ahmedhaoud11 | 26/08/2015 22:22

    Scusa ma non puoi criticare le indicazioni altrui

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 22 luglio 2017 06:54

  • Archivi