Mobile & Tech » Home Entertainment

Google TV a settembre anche in Europa, con i decoder e i lettori Blu-Ray di Sony

Sony si sta preparando a portare in Europa la Google TV. Il quotidiano francese Les Echos spiega che in Francia la distribuzione dei primi dispositivi con sistema operativo Android comincerà a settembre. Gli utenti potranno scegliere di acquistare il decoder normale al prezzo di circa 200 euro, o la versione che incorpora anche il lettore Blu-Ray, che costerà circa 300 euro.

Il progetto, già noto come Smart TV, è nato grazie alla collaborazione fra Google, Sony, Intel e Logitech, e permette ai telespettatori di interagire con una Internet TV e servizi on-demand, che chiaramente saranno differenti in ogni nazione a seconda degli accordi e delle licenze prese con le emittenti e gli editori.

Negli Stati Uniti, per esempio, gli utenti possono guardare le serie televisive, gli spettacoli e i film di HBO, Dish Network e CNBC. In Europa questo servizio dovrebbe debuttare anche in altri paesi oltre alla Francia, come la Spagna, la Germania e il Regno Unito, ma non è chiaro se anche l’Italia sarà coinvolta.

Per ora le uniche informazioni arrivano dal lato francese del progetto, che conferma la possibilità di scaricare le applicazioni del Google Store Play, l’ormai ex Android Market. Inoltre è garantita la connessione con YouTube e i portali di Sony per l’offerta video e musicale. I controlli saranno gestiti attraverso il telecomando e con i comandi vocali.

La vera domanda è come mai Sony abbia deciso di puntare su questi dispositivi e non direttamente su TV che integrano Android. La risposta arriva direttamente da Stephane Labrousse, direttore marketing di Sony Francia.

“In questi anni abbiamo vissuto un momento di forte crescita, ma ora si prevede un calo del ciclo di rinnovamento degli schermi piatti. In quest’ottica è difficile chiedere ai consumatori di acquistare un nuovo televisore per godere di questi servizi. Con i decoder invece si parla di un impegno più modesto, visto che gli utenti potranno portarsi a casa questi dispositivi con circa 200 o 300 euro”, afferma Labrousse.

L’impressione è che questa operazione sia una sorta di test piuttosto che una vera e propria incursione sul mercato televisivo. Ci sono infatti numerosi variabili che non dipendono da Google e dalle aziende partner, come la velocità e la stabilità delle connessioni a Internet, le reazioni delle tradizionali emittenti televisive e soprattutto la risposta del pubblico, che negli Stati Uniti continua a snobbare la proposta televisiva del colosso del Web.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 06/04/12 alle ore 12:00 e classificato in Mobile & Tech » Home Entertainment . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 17 dicembre 2017 18:34

  • Archivi