Mobile & Tech » Hi-Tech

Oakley sviluppa il Project Glass di Google

Oakley sta lavorando su una tecnologia di realtà aumentata da applicare ai propri occhiali da sole. La conferma arriva direttamente da Colin Baden, amministratore delegato dell’azienda. L’idea è di sviluppare una versione personalizzata del Project Glass di Google, il progetto mostrato dal gigante del Web qualche settimana fa con un video decisamente affascinante.

Se per Google è solamente un prototipo di come potrebbe essere la tecnologia fra qualche anno, Oakley vuole invece cominciare subito a offrire soluzioni simili, inizialmente per gli sportivi e successivamente per le masse, sia con occhiali tethered da collegare al proprio smartphone o computer sia in versioni stand-alone, completamente indipendenti. Per ora non sono chiare le funzionalità offerte dal prototipo di occhiali di Oakley, ma si può cominciare a immaginare la forma guardando il modello Thump, che vedete in foto.

In realtà questo paio d’occhiali integra solamente un lettore MP3, mentre la sua evoluzione a realtà aumentata potrà collegarsi via Bluetooth a uno smartphone e potrà rispondere ai comandi vocali proprio come Siri, l’assistente virtuale installato sui nuovi iPhone. Per ora i problemi più grossi da risolvere riguardano le specifiche ottiche del dispositivo, regolate da ben 600 brevetti registrati da Oakley, e la fusione del contenuto virtuale con il mondo reale. Soprattutto quest’ultimo nodo è cruciale nella realizzazione di un prodotto che soddisfi le aspettative dei clienti.

Di sicuro gli utenti non saranno incoraggiati a usare un dispositivo che fa venire il mal di testa, o peggio ancora che rappresenti un problema per la sicurezza quando ci si muove indossandolo. Baden afferma che Oakley considererà di offrire la sua tecnologia brevettata in licenza, ma le tempistiche di questo progetto non sono ancora chiare. Di sicuro la prima generazione di questi dispositivi non sarà economica, afferma Baden. Il giorno in cui gli occhiali a realtà aumentata saranno disponibili per le masse è dunque ancora lontano, per ora dunque è meglio accontentarsi di scoprire come potrebbe essere osservando il filmato di Google, perché dopotutto sognare non costa nulla.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 18/04/12 alle ore 14:30 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 17 ottobre 2017 08:06

  • Archivi