Lifestyle » Eventi

Giornata mondiale del libro, dalla leggenda ai social

Oggi si festeggia la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore istituita dall’UNESCO con l’obiettivo di promuovere la lettura, l’editoria e la protezione della proprietà intellettuale tramite il copyright. La ricorrenza ha le sue radici in Catalogna dove il 23 aprile, festa del patrono Sant Jordi, le vie delle città, in particolare quelle di Barcellona, si riempiono di libri, di rose e di numerose manifestazioni legate al libro, dislocate per tutta la città. La leggenda narra che durante il Medioevo l’impavido cavaliere Jordi uccise un pericoloso drago che seminava terrore in un piccolo villaggio catalano. Mentre stava per divorare la figlia del Re, intervenne ferendo la belva con una lancia: dal sangue del drago nacquero rose. Da qui la tradizione di scambiarsi nel giorno festivo un libro e una rosa tra innamorati. La data è da considerarsi simbolica poichè coincide con la contemporanea scomparsa nel 1616 di tre grandissimi scrittori: Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garcilaso de la Vega.

Dalle origini leggendarie la tradizione della ricorrenza è andata sempre di pari passo con l’evoluzione tecnologica: ogni anno la rete tra librerie virtuali, social media, e-book e lettori internauti rende omaggio a questa giornata, offrendo l’opportunità di scambiarsi preziosi consigli su titoli e recensioni. Con l’ashtag #giornatamondialedellibro è possibile condividere su Twitter il libro preferito, tra commemorazioni di amati autori scomparsi e qualche tweet al veleno indirizzato a scrittori non proprio apprezzati.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 23/04/12 alle ore 13:30 e classificato in Lifestyle » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 23 ottobre 2017 08:18

  • Archivi