Lifestyle » Eventi

Montezemolo: i punti in comune tra Apple e Ferrari? Passione, tecnologia, design

Solitamente sono i guru della Silicon Valley a viaggiare per il mondo, Italia compresa, per diffondere le competenze e descrivere i modelli che hanno permesso l’esplosione dell’industria informatica d’oltreoceano. Mercoledì 25 aprile, invece, è stato l’italiano Luca Cordero di Montezemolo a tenere una lezione davanti ad oltre 600 studenti della Standford University, stipati nell’auditorium dell’università che più di ogni altra ha dato i “natali” ai protagonisti della rivoluzione tecnologica statunitense. La visita del Presidente della Ferrari in Silicon Valley ha inoltre previsto l’incontro con Tim Cook, l’uomo che ha preso le redini di Apple dopo la scomparsa di Steve Jobs, e successivamente con i vertici di Google.

Come spiegato dallo stesso Cordero di Montezemolo l’obiettivo della visita è stato quello di connettere il marchio Ferrari con il cuore dell’innovazione, per disegnare il futuro degli strumenti tecnologici a servizio dell’uomo. “Non sono qui a vendere macchine – ha affermato Cordero di Montezemolo -, ma a comunicare un sogno”.
Cordiale e a tratti affettuoso, secondo quanto riportato dalla stampa, il colloquio con Tim Cook: “Sono rimasto impressionato dalla sua grande disponibilità e dall’assoluta mancanza di prosopopea – ha commentato Cordero di Montezemolo lasciando il quartier generale di Cupertino -. Noi facciamo macchine, loro computer, ma sia Apple che Ferrari sono legate dalla stessa passione, dallo stesso amore verso il prodotto, dall’attenzione maniacale per tutti i dettagli, dalla tecnologia e dal design”.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 26/04/12 alle ore 15:00 e classificato in Lifestyle » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 23 giugno 2017 02:04

  • Archivi