Mobile & Tech » Hi-Tech

Brainput, le distrazioni del multitasking si combattono controllando l’attività del cervello

Un team di ricercatori statunitensi ha realizzato Brainput, un sistema per aiutare il cervello umano nella delicata operazione del multitasking. Grazie a Brainput si possono compensare le nostre mancanze e attivare sistemi di automazione in grado di compiere il lavoro al posto nostro quando si è più distratti. Ma come funziona?

Il concetto è molto semplice: un sistema a infrarossi controlla l’attività cerebrale dell’utente ed è in grado di stabilire quando il cervello ha bisogno di un aiuto. Il passo successivo è l’attivazione dei sistemi automatici che si stanno usando. I primi test si sono svolti su una ricercatrice alle prese con la guida di due robot in altrettanti labirinti collegati al sistema. Quando lo scanner a infrarossi stabilisce l’inizio delle attività multitasking (in questo caso la guida contemporanea dei due robot) invia un comando ai due dispositivi, ordinando di usare i propri sensori per riuscire a trovare l’uscita del labirinto.

Brainput ha migliorato nettamente i risultati dei due robot e la ricercatrice sostiene di non aver notato alcun intervento da parte dei sistemi automatici. Che sia questa la risposta all’eterno problema del multitasking? La scienza ha ampiamente dimostrato che non siamo in grado di fare più cose insieme senza comprometterne la qualità. Anche quando crediamo di fare molte cose nello stesso istante in realtà stiamo continuano a svolgere soltanto un’operazione per volta, limitando l’attenzione sulle attività “in background” e concentrandoci soltanto su quello che abbiamo davanti agli occhi.

In alcuni casi le conseguenze di queste distrazioni sono abbastanza trascurabili, altre volte invece sono molto importanti, come per esempio durante la guida di veicoli. In questo caso anche il cambio di una stazione radio o una telefonata diminuiscono esponenzialmente l’attenzione rivolta verso la strada. Per questo motivo non vediamo l’ora che i ricercatori trovino un modo di portare la tecnologia di Brainput fuori dai laboratori.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 16/05/12 alle ore 11:15 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 15 dicembre 2017 11:01

  • Archivi