Lifestyle » Eventi

Quasi come essere a bordo: l’avanguardia tecnologica con America’s Cup TV

Dalla redazione di Venezia: Nicolò Groja

Lo si ripete da giorni qui a Venezia: America’s Cup è sinonimo di alta tecnologia, alla parte nautica, ma non solo. Strumenti all’avanguardia vengono utilizzati anche per la diretta televisiva, perché il telespettatore odierno, sia esso appassionato o meno di vela, si aspetta come minimo di vedere sullo schermo tutto quello che succede in regata, come se fosse lui stesso sul catamarano.

Per raggiungere questo scopo si mobiliteranno operatori in elicottero, verranno montate on board da 5 a 7 camere e ben quattordici microfoni su tutte le imbarcazioni, per un coinvolgimento totale. Ma grazie alle innovazioni dei rendering grafici LiveLine, America’s Cup Tv potrà offrire al suo pubblico ancora di più: grazie a un innovativo sistema di GPS in costante comunicazione con alcuni dispositivi posti sugli scafi dei catamarani, LiveLine sarà in grado di riprodurre, in tempo reale, sui televisori di tutto il mondo i confini del campo di regata, con un margine d’errore di soli due centimetri. Considerate che un normale GPS ha, in media, un margine di errore di due metri! In più, saranno rese visibili le distanze tra le barche, delle frecce indicheranno direzione e forza del vento e saranno visibili altre indicazioni utili ad avere il maggior numero di dati possibile, con una grande chiarezza. Il tutto, e qui sta il bello, non sarà riprodotto in immagini virtuali rese al pc, ma direttamente sovrapposto alla ripresa in diretta della regata.

Se pensate che sia abbastanza, vi stupiremo ancora, perché ACTV (che non è l’azienda omonima dei trasporti di Venezia, ma l’acronimo di America’s Cup Television) è anche interattiva; ogni regata si potrà seguire su internet grazie allo streaming del suo sito ufficiale e del canale YouTube, da cui sarà possibile scegliere in prima persona sia quali immagini vedere (riprese dall’alto o dalle telecamere a bordo), sia cosa ascoltare, essendo disponibili l’audio in presa diretta dalle barche e ben due tipi di commento tecnico, uno per esperti e uno per neofiti della vela che vogliono comunque godersi lo spettacolo e iniziare a capire qualcosa di questo fantastico mondo. Tutto ciò è frutto della mente di Stan Honey, ingegnere avanguardistico e ideatore di LiveLine per America’s Cup. Per la cronaca, Honey nel 1983 fu co-fondatore di Etak inc., società ora parte del gruppo TomTom.

Grazie a questi sistemi all’avanguardia, la TV di America’s Cup si è guadagnata quest’anno un prestigioso Emmy Award per le migliori realizzazioni tecniche e ingegneristiche legate al mondo della regia televisiva.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 16/05/12 alle ore 14:00 e classificato in Lifestyle » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 29 maggio 2017 13:28

  • Archivi