Web & Social » Novità dal Web

Google lancia Knowledge Graph, dal motore di ricerca al “cervello di ricerca”

Non si finisce mai di imparare. E questa affermazione vale proprio per tutti, persino per Google, il gigante del motore di ricerca più famoso al mondo, che continua a sviluppare strumenti per evolversi.

Ultimo tra questi, Knowledge Graph. Definito un “modello intelligente in grado di comprendere le entità del mondo reale e le relazioni tra di esse”, Knowledge Graph si propone di stravolgere il modello classico di search engine.

Quando iniziamo una ricerca, di solito non stiamo cercando solo una pagina web, ma vogliamo avere risposte, capire concetti ed esplorarli. Così la stessa azienda di Mountain View introduce Knowledge Graph, una nuova frontiera, un’enorme raccolta di gente, luoghi e oggetti del mondo e di relazioni tra essi.

Un “cervello” che sarà in grado di capire e disambiguare le ricerche, per esempio, grazie a un box che, nei casi necessari, notificherà all’utente la possibilità di rendere la propria ricerca maggiormente specifica, con una breve descrizione di tutte le possibili interpretazioni del termine inserito. L’esempio portato da Google è “mercurio”, che può essere il elemento chimico, il pianeta o la divinità. Un nuovo strumento quindi per trovare il risultato giusto.

Inoltre, Knowledge Graph mostra immediatamente gli elementi chiave della ricerca effettuata, dando rilievo alle informazioni più interessanti e utili su quell’argomento e sui correlati, basandosi sulle domande fatte in precedenza da altri utenti.

Questa novità da big G permetterà così di fare scoperte inaspettate e di esplorare in profondità argomenti ricercati e non, facendo assumere alle parole utilizzate come chiavi di ricerca il valore di concetti, rispetto ai quali il motore cercherà di fornire tutte le informazioni di maggiore interesse direttamente nella pagina dei risultati. Ci si avvicina, quindi a un’organizzazione semantica delle informazioni e a un nuovo approccio anche con i diversi siti web. Google infatti diventa così non più un fornitore di informazioni circa i luoghi in cui trovare ciò che si cerca, ma un luogo in sé, dove le informazioni sono fornite in anteprima grazie all’indicizzazione.

Knowledge Graph, dopo gli Stati Uniti, sarà presto disponibile anche in tutti gli altri Paesi, sia per gli utenti mobile che per quelli desktop.

 

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 17/05/12 alle ore 15:00 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 21 agosto 2017 17:52

  • Archivi