Mobile & Tech » Apps & Games

Hacker rubano gli account di Diablo 3, oro e oggetti spariscono dall’inventario

Diablo III continua a far parlare di sé anche dopo l’entusiasmante debutto di settimana scorsa, ma ora le notizie non sono così rosee. Nei primi giorni di vendita gli utenti si sono lamentati di frequenti disconnessioni dai server di Blizzard, presi letteralmente d’assalto dagli appassionati. Blizzard aveva previsto quest’ondata e aveva avvisato che tutto si sarebbe risolto nel giro di qualche giorno, ma adesso gli sviluppatori devono fronteggiare un altro problema, quello del furto degli account.

Sembra infatti che numerosi videogiocatori si siano lamentati di misteriose sparizioni di armi, oggetti e oro dall’inventario del proprio eroe. La notizia è stata ripresa in fretta da numerose testate specializzate in tutto il web, al punto da costringere Blizzard ha emettere un comunicato ufficiale per rassicurare gli appassionati.

“Storicamente il debutto di un nuovo gioco porta a un incremento delle segnalazioni di account compromessi o violati ed è esattamente quello che stiamo osservando con Diablo III”, spiegano i portavoce di Blizzard.

“Sappiamo che questi episodi sono molto frustranti per le vittime e ci impegniamo facendo tutto il possibile per aiutare i giocatori a mantenere sicuro il proprio account Battle.net”, continua il comunicato.

L’azienda ha messo a disposizione numerosi strumenti per proteggere i propri dati, come il Battle.net Authenticator e il Battle.net Mobile Authenticator, applicazioni gratuite per iPhone, Android, Windows Phone 7 e Blackberry.

In aggiunta a questi due servizi si può sfruttare un nuovo sistema di protezione chiamato Battle.net SMS Protect, che permette di usare il telefono per ripristinare un account Battle.net, per recuperare il nome dell’account, approvare il reset di una password e per gestire altre operazioni di sicurezza.

Per ora non si sa se Blizzard ripristinerà gli oggetti trafugati dai personaggi, ma ci sono diverse possibilità che parte del maltolto ritorni ai propri legittimi proprietari, anche se non è da escludere che alcuni oggetti rimangano perduti per sempre.

L’azienda non ha spiegato nemmeno le modalità del furto di dati, quindi non è chiaro se siano stati trafugati dai server di Blizzard o direttamente dagli utenti, magari attratti da siti web loschi con la facile promessa di oro e oggetti speciali da usare nel gioco.

Il consiglio è (come al solito) di non rivelare mai la propria password e i propri dati d’accesso all’account Battle.net al di fuori degli strumenti offerti da Blizzard per effettuare il login. Il rispetto di questa semplice regola dovrebbe limitare al minimo le possibilità di vedere il proprio account compromesso dagli hacker. Chiunque avesse bisogno di segnalare qualsiasi problema può sfruttare lo strumento “Help! Ivebeenhacked!“, per ottenere assistenza direttamente da Blizzard.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 23/05/12 alle ore 10:30 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 22 novembre 2017 20:57

  • Archivi