Web & Social » Novità dal Web

Maturità con tracce digitali a rischio flop

Domani la prima prova dell’esame di maturità sarà un giorno di tensione anche per il Ministero dell’Istruzione. Inizia l’era del plico elettronico e della Commissione Web: le tracce non saranno più consegnate in forma cartacea ma tramite un portale online. Ieri il primo test di accesso ai verbali telematici si è dimostrato un flop. Qualcosa non ha funzionato e in molti casi si è dovuti ricorrere nuovamente alle vecchie modalità.

Commissione Web, il pacchetto software a disposizione delle commissioni, non ha funzionato per quasi tutta la mattina. Il comunicato ufficiale diceva: “sono in corso le attività tecniche di ripristino della funzione di Gestione commissioni in Esiti Esami di Stato, per l’attività di preparazione dei lavori dei presidenti sotto Commissioni web. Si prega di riprovare più tardi”.

In pratica, secondo indiscrezioni e fonti non ufficiali, la congestione di traffico avrebbe fatto saltare la piattaforma sviluppata da HP Enterprise Services Italia e da Auselda AedGroup (fornitori abituali del Ministero). Troppe richieste di accesso in contemporanea anche se il picco era prevedibile, considerato il numero di commissioni presenti in ogni città.

Il MIUR sostiene che “si è trattato di un problema nazionale, ma è stato risolto e domani tutto sarà funzionante”. In ogni caso è già stato pensato il cosiddetto piano B: ogni Pretura ha la copia del plico cartaceo con le tracce in cassaforte. Se qualcosa dovesse andare storto le consegne avverranno come in passato, ovvero tramite la gazzella dei carabinieri.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 19/06/12 alle ore 17:30 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 29 aprile 2017 23:19

  • Archivi