Mobile & Tech » Computer & Tablet

Intel rinnova vPro, gli strumenti per proteggere i PC aziendali con i chip Ivy Bridge

Intel ha rinnovato vPro, la tecnologia abbinata ai nuovi chip Ivy Bridge in grado di proteggere al meglio i computer portatili e fissi aziendali. L’ultima versione di vPro consente di evitare intrusioni esterne e furti d’identità e permette di tutelare l’accesso ai dati personali. Inoltre questa tecnologia è in grado di facilitare la vita dei responsabili IT, grazie alla funzione di controllo remoto dei computer.

Le piccole e medie imprese che non sono interessate a tutte le funzionalità di vPro possono affidarsi a Small Business Advantage, una sorta di versione semplificata della tecnologia di Intel.

Una delle caratteristiche più interessanti di vPro, giunto ormai alla terza generazione, è Intel Identity Protection (IPT), che integra una protezione hardware per tutelare le transazioni bancarie e di e-commerce e un sistema di connessioni VPN (Virtual Private Network). Questo sistema di protezione è in grado di generare password usa e getta che saranno associate a chiavi elettroniche o token dedicati (piccoli dispositivi elettronici necessari, usati per le procedure di autenticazione).

Questa nuova versione di IPT si interfaccia con un secondo fattore di autenticazione integrato nei PC, il Publik-Key Infrastructure, che permette alle aziende, agli enti governativi o in generale ai siti Web di controllare se chi si sta collegando è effettivamente un utente legittimo. Per effettuare questo controllo basta verificare una chiave privata memorizzata nel firmware del computer, che consente di autenticarsi, di crittografare o decifrare i documenti e le conversazioni email e di mettere la propria firma digitale su file e messaggi.

A proposito di crittografia sottolineiamo la presenza di Intel Secure Key, un generatore di numeri casuali che si basa sull’hardware integrato nei chip Ivy Bridge in modo da crittografare i file di diverse applicazioni e software, come WinZip e PGP.

Le opzioni di sicurezza continuano con OS Guard, una tecnologia che protegge il sistema operativo da applicazioni manomesse o attaccate dagli hacker, bloccando l’accesso a elementi critici del PC.

Come dicevamo a inizio notizia vPro facilita la vita dei responsabili IT delle grandi aziende, grazie a diversi strumenti realizzati per la gestione remota dei computer. Con AMT 8.0, per esempio, si possono configurare in remoto i PC dei dipendenti con processori compatibili con vPro, e inoltre si possono risolvere problemi di qualunque natura tramite KVM (Keyboard, Video and Mouse) Remote control, che in questa nuova versione permette di sfruttare monitor ad alta risoluzione (1920 x 1200 pixel), tenendo sotto controllo fino a tre schermi nello stesso istante.

Uno dei primi ultrabook in commercio compatibili con la tecnologia vPro di Intel è il Fujitsu Lifebook U772, presentato la settimana scorsa dall’azienda giapponese. A questo ultra-portatile spetta il compito di convincere le aziende ad aggiornare i propri strumenti informatici, e la presenza della tecnologia di protezione di Intel potrebbe essere l’arma in più per distinguersi dalla concorrenza.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 27/06/12 alle ore 15:00 e classificato in Mobile & Tech » Computer & Tablet . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 23 maggio 2017 10:47

  • Archivi