Mobile & Tech » Hi-Tech

Un secondo in più per…

Un secondo è certo un lasso di tempo talmente piccolo da apparirci insignificante. Ma è di secondi che sono fatti i minuti, le ore, le giornate… Insomma avere un secondo in più nella nostra giornata non ci sembra rilevante eppure, di secondo in secondo, potremmo perdere completamente l’asse.

Ecco perché il prossimo 30 giugno uno dei minuti della nostra giornata avrà 61 secondi. L’ultimo minuto della giornata, infatti, scatterà alle 23.59 e 60 secondi anziché alle 23.59 e 59 secondi.

In realtà non c’è nulla di straordinario, si tratta di una convenzione normale e abbastanza frequente che fa sì che, periodicamente, venga aggiunto un secondo alla nostra vita. Certo noi non ce ne accorgiamo neanche, ma l’aggiustamento temporale, che ha il nome tecnico di secondo intercalare, è necessario per la precisione degli orologi atomici mondiali che scandiscono il nostro tempo. Precisione che invece manca al ritmo, irregolare, della rotazione della Terra. Ogni tanto occorre sincronizzare il tempo solare o astronomico, cioè quello calcolato valutando la posizione degli astri rispetto alla Terra, con l’ora artificiale scandita dagli orologi atomici.

A causa per lo più degli effetti gravitazionali della Luna, infatti, la velocità di rotazione terrestre è irregolare e causa uno scarto temporale con le nostre misurazioni standard. In genere la velocità dell’asse terrestre tende a diminuire, perciò normalmente il secondo intercalare viene aggiunto, dando vita appunto a un minuto di 61 secondi, ma potrebbe accadere anche il contrario. La frequenza di rotazione non è predittibile su lungo periodo: a impersonare i signori del tempo, stabilendo quando aggiungere o togliere il secondo, sono gli scienziati dell’International Earth Rotation and Reference Systems Service (IERS) che, ogni volta che lo scarto si avvicina a 0.9 secondi, annunciano la necessità di regolare gli orologi.

Per convenzione questa modifica viene apportata all’ultimo minuto del 30 giugno o del 31 dicembre.

La prima volta che venne introdotto un secondo intercalare nella nostra giornata era il 30 giugno 1972; l’ultima volta è accaduto il 31 dicembre 2008.

Consapevoli di questo, il 30 prendiamoci un secondo in più per fare qualcosa..

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 29/06/12 alle ore 16:30 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 27 aprile 2017 18:45

  • Archivi