Mobile & Tech » Computer & Tablet

I brevetti di Apple preoccupano Taiwan, il mercato degli ultrabook rischia grosso

Un nuovo brevetto di Apple relativo al MacBook Air sta preoccupando i produttori di PC taiwanesi, perché potrebbe essere usato per bloccare le vendite degli ultrabook. La vicenda risale al mese scorso, quando l’azienda della Mela ha ottenuto un brevetto per il design dei suoi computer ultraportatili.

L’ufficio delle proprietà intellettuali del Ministro degli Affari Economici di Taiwan ha il timore che questo brevetto possa creare problemi legali, visto che quasi tutti gli ultrabook hanno linee sottili e design che ricordano molto da vicino lo stile usato da Apple per il MacBook Air. “Stiamo consigliando ai produttori di PC di fare molta attenzione” – ha dichiarato Xue Shuha, un portavoce dell’ufficio del Ministro. Ha sottolineato inoltre che Apple ha già preso di mira HTC con diversi reclami legati a brevetti che hanno ritardato la spedizione dei nuovi smartphone dell’azienda taiwanese verso gli USA.

“Le aziende che producono ultrabook – ha affermato Xue – dovrebbero evitare di scontrarsi con il brevetto di Apple durante la produzione dei dispositivi”. L’ufficio del Ministro ha intenzione di incontrarsi con i produttori di PC di Taiwan, ma non ha ancora deciso quando organizzare la riunione e quali società invitare. Fra i candidati più papabili ci sono Acer e Asus, due aziende taiwanesi entrambe attive nel campo degli ultrabook e presenti sul mercato statunitense. Acer ha emesso un comunicato dove spiega che il design a goccia brevettato da Apple è diverso dallo stile adottato dall’azienda per i suoi ultrabook e per questo motivo il brevetto non dovrebbe avere nessun impatto sui suoi prodotti. Asus invece non ha ancora commentato l’accaduto.

L’avviso di prestare attenzione è soltanto l’ultima mossa dell’industria elettronica di Taiwan per cercare di ribattere alle dispute legate ai brevetti. L’anno scorso, infatti, uno dei più grandi istituti di ricerca taiwanesi ha annunciato di voler creare una sorta di “banca” di proprietà intellettuali, per acquisire brevetti a Taiwan e all’estero in modo da proteggere i produttori da fastidiose cause legali. Intel, l’azienda che ha dettato gli standard e le linee guida per la realizzazione degli ultrabook, ha declinato ogni commento in proposito.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 05/07/12 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Computer & Tablet . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 26 maggio 2017 22:41

  • Archivi