Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni

Niente NFC per iPhone 5, consuma troppa batteria

Secondo le ultime indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal l’iPhone 5 potrebbe uscire sul mercato senza tecnologia NFC (Near Field Communication). Il noto quotidiano economico sostiene che Apple sarebbe al lavoro per cercare un’alternativa valida a questa soluzione di connettività – usata per i pagamenti senza fili e lo scambio di file – perché l’impiego di NFC inciderebbe in modo negativo sull’autonomia del dispositivo.

Ovviamente bisogna prendere tutto con le pinze perché per ora non c’è nulla di confermato, ma le fonti del giornale statunitense affermano che Apple ha intenzione di procedere con molta cautela nei confronti di questa tecnologia e non è da escludere l’uso di una soluzione proprietaria, che offra le stesse funzioni di NFC.
Un candidato papabile potrebbe essere PassBook, un’applicazione per la gestione di prenotazioni, punti di carte fedeltà, carte d’imbarco, biglietti per eventi sportivi e così via. L’annuncio dell’app risale a un mese fa, ma la versione attuale non consente di collegarsi direttamente alle carte di credito, negando la possibilità di usare lo smartphone come mezzo di pagamento elettronico.

L’articolo del Wall Street Journal evidenzia che Apple avrebbe cominciato a vagliare la possibilità di integrare il mobile payment all’interno dei suoi dispositivi già dall’anno scorso, più o meno durante il debutto di Google Wallet. Una delle opzioni era la realizzazione di una rete di pagamenti proprietaria, sfruttando i 400 milioni di account aperti su iTunes (collegati ad altrettante carte di credito). Tuttavia sembra che Apple abbia scartato questa ipotesi per l’elevata complessità logistica che avrebbe comportato.

Tuttavia sembra che il vero problema relativo all’introduzione dell’NFC negli smartphone di Apple sia di natura puramente tecnica. Le fonti del Wall Street Journal spiegano che gli ingegneri dell’azienda, provando  a integrare il chip e l’antenna NFC nel nuovo iPhone, avrebbero rilevato un’elevata riduzione dell’autonomia della batteria. Se la notizia fosse confermata il nuovo iPhone 5 sarebbe uno dei pochi smartphone di fascia alta a non offrire questa possibilità. Ormai di terminali Android con questa tecnologia ce ne sono molti, e lo sviluppo di Google Wallet e di ISIS (l’equivalente usato da diversi operatori telefonici statunitensi) procede senza sosta. Anche Microsoft è al lavoro su soluzioni simili, ma per ora sembra che non ci sia tutta questa fretta.

I punti vendita che offrono la possibilità di pagare con la tecnologia NFC non sono molti, ma gli analisti prevedono che entro il 2016 il giro d’affari delle transazioni economiche tramite smartphone e tablet supererà i 600 miliardi di dollari. Riusciranno gli ingegneri Apple a risolvere il problema entro quella data? Oppure assisteremo alla nascita di una nuova soluzione con il marchio della mela? Ai posteri l’ardua sentenza.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 09/07/12 alle ore 15:15 e classificato in Mobile & Tech » Smartphone & Telefoni . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 17 ottobre 2017 08:05

  • Archivi