Web & Social » Novità dal Web

Dopo Yahoo!, attacco hacker anche per Phandroid e Nvidia. Rubate più di un milione di password

Un paio di giorni fa Yahoo! ha subito un attacco hacker, rivendicato poi dal gruppo D33D. Si contano quasi mezzo milione di password rubate tra quelle degli utenti registrati al servizio Yahoo Voice.

Dopo il motore di ricerca di Sunnyvale nelle ultime ore è toccato anche ad altri due sistemi informatici. Phandroid, uno dei più grossi forum mondiali dedicati ad Android, ha subito un attacco da parte di hacker ignoti. Il bottino trafugato comprende i dati di accesso di più di un milione di utenti, una refurtiva seconda soltanto all’attacco che l’anno scorso ha colpito di server del Playstation Network di Sony. Ovviamente i consigli per tutti gli interessati è sempre lo stesso: effettuare il login al forum e cambiare la password di accesso. Purtroppo però qualcuno usa la stessa password per più siti (mail, forum, social network, ecc.). In questo malaugurato caso è consigliabile sostituire la propria password con una nuova anche in questi servizi.

I responsabili del forum spiegano di aver risolto i bug sfruttati dai pirati per infiltrarsi nel sito e sostengono che le password trafugate erano crittografate. I malintenzionati dovranno impegnarsi a fondo per scoprirle, ma è una pura questione di tempo e di potenza di calcolo. Magari ci vorranno mesi oppure soltanto qualche settimana ma il concetto non cambia: tecnicamente è possibile accedere alle password.

Anche Nvidia non se la passa bene in queste ore, visto che sta affrontando una situazione simile. Al momento i forum dell’azienda, raggiungibili all’indirizzo forums.nvidia.com, sono stati bloccati per attività sospette. Il timore è che anche in questo caso i dati personali, gli indirizzi email e le password degli utenti siano stati trafugati. Come per Phandroid, i maggiori problemi potrebbero averli gli utenti che usano la stessa password su più siti, una pratica sconsigliatissima eppure molto diffusa. Non è raro imbattersi in un sito web o in un forum dove magari ci si registra per consultare una singola informazione.

Purtroppo però non è raro nemmeno scoprire che certi utenti si sono registrati con la stessa password di siti molto più frequentati e “preziosi”, come i servizi di home banking e la casella di posta elettronica. La soluzione esiste ed è quella di usare password diverse. Sarà più scomodo, ma quando si parla di sicurezza dei propri dati personali a volte è meglio prediligere la scelta più complessa, che molto spesso è anche quella più affidabile. I più pigri invece possono affidarsi a password manager come Keepass o Lastpass, due servizi che si occupano di ricordarsi le password al posto nostro. Basta non dimenticare i dati di accesso a questi programmi, altrimenti si potrebbe correre il rischio di non riuscire più ad effettuare un login.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 13/07/12 alle ore 17:45 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 22 novembre 2017 11:52

  • Archivi