Web & Social » Novità dal Web

Wikileaks è al verde e chiede un milione in donazioni

Wikileaks, il popolare sito dedicato all’informazione non autorizzata, naviga in cattive acque e potrebbe chiudere. I fondi infatti sono agli sgoccioli e per questo il gruppo di Julian Assange chiede donazioni a tutti i propri sostenitori.

Le casse sono quasi vuote, e per continuare a lavorare e a diffondere informazioni ci vuole l’aiuto di qualcuno. Altrimenti c’è il rischio di non arrivare a fine anno.

Non restano che 100.000 euro disponibili, con i quali si può arrivare appena alla fine dell’anno, e di certo non bastano per sostenere nuove operazioni informative. Ecco allora che l’organizzazione chiede un milione di euro in donazioni. Queste sono sempre state, in effetti, l’unica fonte di sostentamento del sito, ma dopo gli scandali che hanno riguardato le ambasciate USA e il blocco dei conti bancari da parte di Washington il flusso di denaro si è interrotto. I processi a carico di Assange e le relative spese hanno affossato del tutto la tesoreria di Wikileaks.

Fa ben sperare invece il pronunciamento di un giudice islandese che obbliga Visa e Mastercard a riattivare i servizi, e permettere così a chi lo desidera di usare la propria carta di credito per finanziare Wikileaks. I due istituti avevano infatti voluto tagliare i ponti nel 2010, apparentemente per evitare problemi con il governo di Barack Obama. Secondo Wikileaks questa chiusura ha portato a una perdita di oltre 20 milioni di dollari, bloccando il 95% delle entrate.

Ora è quindi possibile ricominciare a sostenere l’organizzazione che per alcuni è uno dei pochi baluardi rimasti per quanto riguarda la libertà di informazione, e per altri invece è un gruppo ai limiti della criminalità, che con il proprio operato non aiuta la democrazia, ma piuttosto la mette in pericolo.

Per i primi il processo contro Assange, accusato di stupro, non è che una montatura per indebolirne la figura, mentre per i secondi è la prova lampante del fatto che abbiamo a che fare con dei poco di buono. Difficile stabilire la verità, perché sono troppi e troppo diversi gli interessi in gioco: non resta che farsi la propria opinione ed, eventualmente, mettere mano al portafogli.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 20/07/12 alle ore 15:30 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 16 dicembre 2017 14:11

  • Archivi