Web & Social » Novità dal Web

Pubblicità online: accordo in vista fra Google e Antitrust UE

Google e l’Antitrust UE potrebbero riuscire a trovare un accordo per risolvere una volta per tutte i problemi legati alla pubblicità online. Ricordiamo infatti che Bruxelles aveva dato in primavera un ultimatum al gigante del web. La grave accusa di abuso di posizione dominante ha smosso le alte sfere dell’azienda e dopo pochi giorni il presidente Eric Schmidt ha inviato una lettera al Commissario UE Joaquin Almunia con alcune proposte per risolvere la questione. Ora sembra che la vicenda si stia risolvendo e la sanzione miliardaria che aleggiava su Google potrebbe allontanarsi.

Gli elementi critici individuati dall’Antitrust UE riguardano principalmente il monopolio del mercato pubblicitario online (80%), la penalizzazione della concorrenza e la copia illecita dei contenuti editoriali di terzi per arricchire i mercati online proprietari. “C’è un buon livello d’intesa tra Google e la Commissione. Speriamo che nei prossimi giorni si possa avere un primo incontro tecnico”, spiega Almunia. Anche dall’azienda di Mountain View arrivano frasi concilianti basate sulla “cooperazione“, termine ripetuto come un mantra dai rappresentanti di Google. Per ora non è ancora possibile stabilire quale sarà la soluzione che risolverà il problema, visto che la pubblicità online è uno dei settori vitali dell’azienda. Tuttavia è lecito supporre che Google proceda verso la correzione della gestione delle sue attività online, non solo sul motore di ricerca, ma anche nel settore mobile.

Se dall’Europa arrivano segnali distensivi non si può dire la stessa cosa negli Stati Uniti, dove l’Antitrust ha fatto partire le indagini per capire se l’acquisizione di Motorola stia causando problemi all’innovazione nel mercato mobile. Il timore è che possano essere rifiutate le licenze di alcuni brevetti fondamentali: una “strategia” che potrebbe ostacolare pesantemente la concorrenza. Per ora l’Unione Europea sembra concentrarsi sulla vertenza legata alla pubblicità, ma non si può escludere che anche l’Antitrust UE decida di avviare una nuova indagine simile a quella fatta partire dai colleghi statunitensi, come ha suggerito Almunia.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 25/07/12 alle ore 16:30 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 27 maggio 2017 12:01

  • Archivi