Mobile & Tech » Apps & Games

Star Wars: the Old Republic diventa free to play per battere World of Warcraft

A dicembre 2011 Star Wars: the Old Republic ha fatto il suo debutto sul mercato, cercando di contrastare il dominio di World of Warcraft nel settore dei giochi di ruolo online. Tuttavia dopo neanche un anno Electronic Arts ha già annunciato che cambierà modello di business, passando dagli abbonamenti mensili al Free to play (F2P). Questo vuol dire che tutti i giocatori che vorranno cimentarsi nell’avventura galattica realizzata da BioWare non dovranno più pagare un canone mensile per giocare online. Tutto questo a partire da novembre.

La strategia di Electronic Arts è un tentativo di rilanciare il gioco di ruolo online ambientato nell’universo di Guerre Stellari. Oggi infatti il numero di utenti attivi è meno di un milione, in confronto a 1,7 milioni di giocatori a dicembre 2011 e 1,3 milioni a maggio 2012. Tuttavia l’azienda non abbandonerà completamente gli abbonamenti, ma affiancherà a quest’opzione la possibilità di giocare anche gratuitamente.

Gli utenti che decideranno di non abbonarsi potranno creare il proprio personaggio scegliendo fra 8 specializzazioni diverse e lo potranno far crescere fino al livello 50, con alcune limitazioni. “L’accesso illimitato al gioco, che comprende contenuti di livello superiore e nuove funzioni, sarà disponibile tramite acquisti singoli o con l’opzione in abbonamento”, ha spiegato l’azienda, che nel frattempo ha abbassato il costo del gioco a 14,99 dollari con un mese di abbonamento gratis. Electronic Arts ha inoltre svelato che aumenterà la frequenza degli aggiornamenti, che introdurrano nuove caratteristiche ed elementi di gioco.

Gli abbonati avranno diritto ad armi, equipaggiamenti e oggetti speciali attraverso Cartel Coin, una sorta di moneta virtuale abbinata a un sistema a premi. Gli utenti potranno accumulare Cartel Coin man mano che trascorrono i mesi in abbonamento. In sostanza si tratta di un riconoscimento per tutti gli appassionati che continueranno ad abbonarsi nonostante la presenza dell’offerta free to play.

L’azienda ha approfittato dell’occasione per snocciolare alcuni numeri sui suoi servizi online. Origin, la piattaforma di vendita di giochi online rivale di Steam, ha raggiunto i 21 milioni di scritti, di cui 9 si collegano attraverso l’applicazione mobile. Il servizio Premium di Battlefield 3 ha toccato quota 1,3 milioni di utenti, mentre SimCity Social su Facebook ha circa 10 milioni di utenti attivi ogni mese.

Infine alcune notizie per gli amanti degli sparatutto. Battlefield 4, il successore del celebre FPS uscito l’anno scorso, è previsto per l’anno fiscale 2014, che comincerà il 31 marzo 2013. Molto probabilmente sarà disponibile durante l’autunno dell’anno prossimo. Meglio mettersi comodi e concentrarsi sull’ondata di videogiochi che usciranno da qui a Natale.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato sabato 04/08/12 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 24 luglio 2017 20:41

  • Archivi