Web & Social » Novità dal Web

Google rivoluziona la ricerca online, i risultati includeranno anche le e-mail personali

Google ha deciso di integrare i messaggi di posta elettronica nei risultati delle ricerche online. I messaggi saranno visibili (esclusivamente all’utente possessore delle missive) in una casella posizionata sulla destra della pagina web, ma soltanto dopo aver cliccato su un link, in modo da proteggere ulteriormente la privacy.

Per ora questa funzione è disponibile soltanto a un numero limitato di utenti, ma chi vuole provarla in anteprima può farlo registrandosi sul sito web creato per l’iniziativa. Le potenzialità di questo servizio sono semplicemente enormi perché si tratta del primo passo verso una ricerca globale e al tempo stesso personalizzata. Il futuro delle ricerche online passa attraverso i contenuti privati e Google ha intenzione di proseguire su questa strada, con la decisione di integrare in un secondo momento anche i risultati di Google Docs e degli altri servizi dell’azienda.

Immaginate per esempio di aver prenotato un volo aereo per raggiungere la vostra meta delle vacanze. Cercando informazioni su Google su eventuali scioperi potrete visualizzare in un riquadro tutte le mail correlate alla prenotazione del volo, avendo in una schermata sola tutti i dati che vi servono per controllare se il vostro viaggio ha subito un contrattempo o se tutto procede regolarmente.

Un’altra nuova funzione delle ricerche di Google è il Knowledge Graph, finora disponibile soltanto negli USA e utile soprattutto per chi fa ricerche in inglese. Grazie a questo strumento si potranno ricevere informazioni aggiuntive utili per arricchire la propria ricerca e per togliere ambiguità ai risultati.

Infine buone notizie anche per gli utenti in possesso di iPhone e iPad, visto che Google ha rivisto e migliorato la ricerca vocale, già presente sui dispositivi Android da diverse settimane. In questo caso la sfida è diretta a SIRI, l’assistente vocale dell’iPhone 4S e, sotto questo aspetto, la ricerca vocale di Google ha già un vantaggio, visto che è disponibile anche sui dispositivi più vecchi. Non è in grado di fissare appuntamenti e di impostare la sveglia come SIRI, ma come ricerca online non ha nulla da invidiare alla soluzione di Apple.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 09/08/12 alle ore 12:00 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 24 luglio 2017 00:36

  • Archivi