Mobile & Tech » Apps & Games

Electronic Arts al lavoro con Microsoft, in arrivo giochi per Windows Phone 8

Electronic Arts ha aperto le trattative con Microsoft per avviare lo sviluppo di giochi per Windows Phone 8.

La conferma arriva direttamente da Peter Moore, responsabile operativo di EA che ha dichiarato di essere al lavoro a stretto contatto con Microsoft per capire la loro visione sul destino dei videogiochi. La strategia è indirizzata a recuperare il terreno perduto dai giochi retail (i classici videogiochi venduti in negozio) con il mobile gaming, il social gaming e i titoli free-to-play online, i giochi gratuiti che permettono di guadagnare tramite micro-transazioni e acquisti di oggetti virtuali che permettono di usufruire di un’esperienza di gioco migliore.

Secondo Moore fra 2 o 3 anni le vendite digitali saranno superiori rispetto a quelle dei titoli retail e per questo motivo i classici marchi dell’azienda, come Battlefield, Star Wars e Madden, saranno sempre più trasformati in titoli disponibili su più piattaforme e collegati a differenti modelli di business.

Windows Phone 8 sotto questo punto di vista è una grossa opportunità. Microsoft ha infatti bisogno di sviluppatori di giochi e di recuperare le quote di mercato perse nei confronti di iOS e soprattutto di Android. Inoltre non bisogna dimenticare che i due store rivali possono contare su più di 600mila app, mentre su Windows Phone ce ne sono “appena” 100mila.

“È molto importante attirare i giocatori. Considerando poi la relazione di Windows Phone 8 con i classici software Windows PC, parliamo di una buona piattaforma per gli sviluppatori di videogame”, sostiene Robert Jakobsen, analista di Jyske Bank. “In questo modo il sistema operativo di Microsoft farebbe un passo avanti”.

Dal canto suo Electronic Arts sembra aver già capito il cambiamento del mercato, e soltanto nel 2012 il numero di giochi mobile e free-to-play pubblicati dall’azienda salirà fino a 41, con numerosi nuovi annunci entro la fine dell’anno. Tuttavia l’azienda ha confermato che non abbandonerà i classici retail. “Fino a quando gli utenti vorranno acquistare un gioco su disco noi lo offriremo”, spiega Moore. Considerando che la distribuzione digitale fa ancora fatica a prendere piede in diversi stati del mondo (Italia compresa) sarà dura vedere gli scaffali dei negozi di videogiochi semi-vuoti, almeno nei prossimi anni.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 22/08/12 alle ore 10:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 23 maggio 2017 22:31

  • Archivi