Mondo Vodafone » Eventi

Facce da Salone del Gusto: una porzione di mondo invade il Lingotto

Dalla redazione di Torino, Giulia Mameli

Nika è arrivato al Salone del Gusto dalla Georgia dove produce vino in anfora “come vuole l’antica tradizione georgiana”. Accanto a lui, fasciate nei loro bellissimi e vivacissimi hanbok, gli abiti tradizionali coreani, ci sono le rappresentanti della delegazione sud-coreana di Slow Food, pronte per sfilare assieme agli altri ambasciatori Slow Food international, portando sul palco la bandiera del loro paese. Sono queste le facce da Salone del Gusto, una folla rumorosa e colorata arrivata ieri al PalaIsozaki per la cerimonia di inaugurazione, e oggi ospiti speciali nei padiglioni del Lingotto.

Qualcuno è qui per la prima volta, come uno dei delegati Slow Food della Repubblica Democratica del Congo. Tra il pubblico in platea, avvolto in un poncho a motivi geometrici, c’è anche Julio, arrivato al Salone del Gusto da Valle de Lares vicino a Cusco per far conoscere le sue “Sumac chips” patatine realizzate “solo con papas (patate in spagnolo ndr) native”, coltivate sull’altopiano di Pampacorral. Moustafa ElRefaey invece è uno chef egiziano che al Salone si occuperà di un laboratorio del gusto in programma per venerdì alle 12 all’Oval. “Ho l’unico ristorante del Cairo in cui si cucina l’autentico cibo d’Egitto – garantisce –. Purtroppo ha un gusto molto forte, intenso e non è una cosa per tutti i palati, ma vorrei comunque provare ad aprire un ristorante anche in Italia, a Roma o chissà, magari a Torino”. Con lui ci sono anche due produttori egiziani. Said produce miele dal polline dei papaveri da oppio, mentre Gamel coltiva piante medicinali biologiche nel sud del Sinai “Nutrendole – sottolinea – con la sola acqua piovana”.

C’è anche chi è venuto da lontano solo per visitare il Salone. Caroline e Duke hanno 30 anni e vengono dal Canada. Nella loro piccola fattoria hanno le arnie per le api grazie alle quali producono ridotte quantità di miele. “Abbiamo visto che durante il salone ci saranno tanti appuntamenti sulla produzione di miele e molti espositori – hanno spiegato -. Venire ci è sembrata una buona opportunità per imparare a migliorare il nostro prodotto”. Dalla fredda Finlandia invece arriva
una coppia di anziani produttori. “Nella nostra fattoria – racconta Iiris – produciamo birra, aceto, ma la nostra specialità è il salame di alce, bisogna provarlo”.

Durante la cerimonia di inaugurazione, ad esprimere con una sola frase lo spirito dell’evento è stato Jose Graziano da Silva, direttore generale della Fao “Quest’oggi – ha detto da Silva – mi sembra di essere seduto a tavola con tutto il mondo”.

Commenti (1)
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 25/10/12 alle ore 17:00 e classificato in Mondo Vodafone » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 22 settembre 2017 00:55

  • Archivi